home‎ > ‎ParamaKarunaDevi‎ > ‎

Comparazione delle Religioni

pubblicato 7 giu 2014, 07:33 da TEMPO diSERVIRE   [ aggiornato in data 7 giu 2014, 09:07 ]

  COMPARAZIONE DELLE MAGGIORI RELIGIONI

 

 



 

Religioni del mondo 
1. Ebreo in preghiera, 2-5. Brahman nell' India orientale, 6-8. Dei ed Esseri celesti dell'India, 
9. Grande Sacerdote del fuoco di Parsee, 10-11. Sacerdoti cinesi, 12. Confucio, 
13. Preghiera con il tubo ed il tamburo, 14. Idolo Siamese, 15. Sacerdote Virginiano. 







“In ogni sistema religioso, è accettato che Dio è il Padre Supremo di tutte le entità viventi. Secondo il Cristianesimo, il Padre Supremo, Dio, fornisce alle entità viventi tutte le necessità della vita. Di conseguenza essi pregano: " dacci oggi  il nostro pane quotidiano.„

 Qualsiasi religione che non accetta il Signore Supremo come Padre Assoluto è denominato kaitava-dharma, o  religione truffante. Tali sistemi religiosi sono rifiutati dallo Srimad-Bhagavatam (1.1.2):

 dharmah projjhita-kaitavo 'tra 

Soltanto un ateo non accetta il Padre Supremo Onnipotente. Se si accetta il Padre Supremo Onnipotente, e ci si attiene ai suoi ordini, si diventa una persona religiosa. “ 
 

Caitanya-caritamrta, Madyam lila 20:275






“Questa è la posizione. Siamo molti e Dio è uno. Così se accettiamo un Dio, dov'e' la differenza del sistema religioso? quindi dove è la probabilità di sistema religiosi differenti?

 Dio è uno. Dio non è nè cristiano nè indu' o mussulmano o… 

No.  Dio è dio. Proprio come l'oro. L'oro è oro. Nella Comunità indù, o nella Comunità musulmana, l'oro è oro. Poiché l'oro si trova in una certa Comunità ad esempio indù, nessuno dice “ecco l'oro indù.„ Forse qualcuno dice, “è oro indù„? o “è oro cristiano„? No. L'oro è oro. 

Similmente, Dio è uno. Non c'e' un “dio indù„ o “dio mussulmano„ o “dio cristiano.„  affermarlo è un errore. “ Se crediamo che ci sia un  Dio per ogni popolo o comunita'…,„ e' semplicemente un'assurdità. - No.  Dio è uno e dovreste invece capire qual è la caratteristica di Dio. …;  questo dovrebbe essere il tema della teologia, conoscere realmente che cosa è Dio e capire qual e' il nostro rapporto con Dio. “ 

Conferenza di Srila Prabhupada, 06-26-75, Los Angeles 




“… In una società umana perfetta, tutto dovrebbe agganciarsi al servizio devozionale del Signore. Non importa se si e' nati poveri o ricchi, neri o bianchi. Ci possono essere tante distinzioni materiali per uno che nasce nella società umana, ma tutto dovrebbe agganciarsi nel servizio devozionale del Signore. Attualmente le nazioni civilizzate hanno puntato sulla coscienza di Dio soltanto per lo sviluppo economico. 

e non sono piu' interessate ad avanzare nella coscienza di Dio. Precedentemente i loro antenati sono stati agganciati nell'eseguire i principii religiosi. Se uno è Indu,  mussulmano, buddista, ebreo o altro,  ha una certa istituzione religiosa. La Religione reale, tuttavia, e' quando si diventa coscienti di Dio.„ 

Srimad-Bhagavatam 4:31: 9 




“Il servizio a Dio è dharma. Questo dharma può essere descritto diversamente in paesi differenti secondo le circostanze o le situazioni culturali e climatiche differenti, ma in ogni scrittura religiosa viene insegnata l'obbedienza a Dio. 

Nessuna Scrittura dice che non c'è Dio o che noi entità viventi siamo indipendenti da Lui

 ne' la bibbia, ne' il Corano, ne' i Veda dicono questo, e persino le letterature dei buddisti.… 

Possiamo accettare Krsna, o il signore Gesu' Cristo, o Jehovah, o il signore Buddha, o Sankaracarya, o il Guru Nanak, ma comunque l'accettazione di un'autorità è richiesta.„ 

 Elevazione alla coscienza di Krsna, capitolo 6 




“Il Dharma non può essere cambiato. Di conseguenza dobbiamo scoprire che cosa è il nostro dharma, che cosa è la nostra religione. … stiamo professando che “il Cristianesimo è la mia religione,„ “l'induismo, e' la mia religione,„ che poi non è religione: quella è fede. La religione è differente. 

La Religione che non potete cambiare e' una sola. “ 

Conferenza di Srila Prabhupada, 11-04-66 (Gaura Purnima), New York 




“Quando siamo sulla piattaforma materiale, ci sono differenti tipi di religioni -- induismo, Cristianesimo, Islamismo, Buddhismo e così via. 

Questi sono istituiti per un tempo particolare, un paese particolare o una persona particolare. Di conseguenza ci sono differenze. I principii cristiani sono differenti dai principii indù ed i principii indù sono differenti dai principii Maomettani e buddisti. Questi possono essere considerati sulla piattaforma materiale, ma quando veniamo alla piattaforma del servizio devozionale trascendentale, non ci sono tali considerazioni. 

Il servizio trascendentale del Signore (sadhana-bhakti) è al di sopra di questi principii. Il mondo è ansioso ad ottenere  una unità religiosa e quella piattaforma comune può essere realizzata nel servizio devozionale trascendentale. Questo e' il comandamento di Sri Caitanya Mahaprabhu. Quando uno si trasforma in un Vaisnava, diventa trascendentale a tutte queste considerazioni limitate.„ 


 

Caitanya-caritamrta, Madyam lila 25:121

Bhaktivedanta Book Trust. HDG A.C. Bhaktivedanta Swami Srila Prabhupada.

 


 

VAISHNAVISMO


Tempio: entrata delle donne





“….Questo movimento della coscienza di Krsna non è Induismo: È Vaisnavismo. Visnu e' la Personalita' Suprema della Divinita' Vaisnava  ed uno che ama Visnu, di conseguenza ama Dio, ed è Vaisnava.

 Così abbiamo chiarito che l'induismo non è come di solito viene compreso. La concezione attuale dell'induismo, si basa sul credo di tanti esseri celesti. Gli esseri celesti sono descritti  nei Veda, ma gli adoratori degli esseri celesti, sono tutte persone materialiste. ….Non stiamo insegnando l'induismo, l'islamismo, il Cristianesimo. Stiamo insegnando come amare Dio. Questo è tutto.

 Non v'e' intenzione di fare del proselitismo. È qualcosa di naturale. La natura stessa ci porta ad amare Dio. Proprio come tra padre e figlio. L'amore è già li. Non può essere estinto. Il padre ed il figlio possono rimanere  separati per molti, molti anni, ma quando si ritrovano l'affetto immediatamente torna a  rivivere. Così noi stiamo insegnando questo; quello che abbiamo ottenuto attraverso il rapporto eterno con Dio e lo facciamo rivivere.

 Siamo imbarazzati nello stabilire  il rapporto artificiale con la propria famiglia, paese e società e le cosiddette religioni. perche' questi sono tutti rapporti artificiali. Il rapporto reale, e': "Dio è grande e sono il suo servitore,„ questa  è la  vera religione. Adesso stiamo insegnando qualcosa di vero. “ 

Conferenza di Srila Prabhupada, 06-28-76, New Vrindaban 




“… Il più alto principio di tutta la religione è là, nei Vaisnavi, o nei seguaci della coscienza di Krsna. Tutte le cose migliori, di qualunque religione, voi le troverete nella coscienza di Krsna. Di conseguenza essa è perfetta. La religione del Buddha insegna l' ahimsa (la non violenza);

 la gente cosciente di Krsna è ahimsa. Il signore Gesu' insegnava l'amore per Dio; "sono l'amante migliore di Dio". E la religione indù insegna la liberazione; 

….Non appena questi devoti si trasformano in coscienti di Krsna, immediatamente sono liberati, immediatamente, immediatamente. Non c'e' altro da fare per chiedere la liberazione.„ 

Conferenza di Srila Prabhupada su Srimad-Bhagavatam, 12-22-70, Surat 




“… religione significa ricerca di Dio. Il processo può essere differente. Gli atti possono essere differenti. Come ad esempio nel Cristianesimo c'è la concezione di Dio che dice: “Dio ha generato questo mondo.„  questo è un fatto. E lo diciamo. Ma nella spiegazione molto lucida dei Veda,  non ci arrestiamo, dicendo semplicemente, “Dio ha generato,„ ma diciamo come ha generato, come si sono sviluppate le cose, queste descrizioni sono là nella letteratura  Vedica. Questa è la differenza. 

Altrimenti non c'è divergenza di opinione. I cristiani accettano il Dio che ha generato questo mondo; la religione ebrea, accetta il Dio che ha generato questo mondo; i mussulmani  accettano il Dio che ha generato questo mondo; tutti  accettiamo il Dio che ha generato questo mondo. Così  diciamo “Dio è il Supremo; Dio è Grande,„ questo è accettato da tutti.

 Ma l'unica differenza è che noi forniamo i particolari in modo da poter far comprendere alla mente moderna, a coloro che sono avanzati nella formazione e nella conoscenza scientifica chi e' Dio realmente, mentre altre scritture, non possono farlo dettagliatamente. Di conseguenza stanno deviando gradualmente, perché le persone  moderne, avanzate, istruite, desiderano sapere tutto sul Dio che ha generato questo mondo e quelle descrizioni difettano in questo. Ma noi possiamo dare le risposte. Questa è la differenza.

  Il principio primario e' capire Dio: "Dio è grande; e noi siamo piccoli, molto piccoli; siamo subalterni; siamo stati creati da Dio, questa idea è dappertutto. “ 

Conferenza di Srila Prabhupada, 02-01-68, Los Angeles 





“Bhakti-yoga significa collegamento con il Dio Krsna, e stare bene con i suoi  eterni associati. il Bhakti-yoga non può essere applicato a nessun altro obiettivo; quindi nel Buddhismo, per esempio, non c'è bhakti-yoga, perché non viene riconosciuto il Signore Supremo che esiste come obiettivo Supremo. I cristiani, tuttavia, si esercitano nel bhakti-yoga quando adorano Gesu' Cristo, perché lo stanno accettandolo come  figlio di Dio e quindi accettano  Dio. 

Se non si accetta Dio, non c'è  bhakti-yoga. Il Cristianesimo, quindi, è anche una forma di Vaisnavismo, perché Dio è riconosciuto. Ciò nonostante, ci sono fasi differenti di realizzazione di Dio. Principalmente, il Cristianesimo dice, “Dio è grande,„  e questa è un'asserzione molto buona, ma la grandezza reale di Dio può essere capita attraverso la lettura della Bhagavad-gita e dello Srimad-Bhagavatam.

 Accettare la grandezza di Dio è l'inizio della via della bhakti.

 Il Bhakti-yoga,  esiste fra i Maomettani, perché Dio è l'obiettivo nella religione musulmana. Tuttavia, dove non c'è in essa il riconoscimento di un Dio personale, e dunque dove c'è soltanto impersonalismo, non c'è bhakti-yoga.

Il Bhakti-yoga deve includere tre assiomi: il servitore, il servito ed il servizio. Uno deve accettare il servizio ed uno deve  rendere il servizio. Non c'e' un altro modo per esercitare il bhakti-yoga. Ora, se non c'e' nessuno che accetti quel servizio, come è possibile il bhakti-yoga ? Di conseguenza, se una filosofia o una religione non accetta Dio come la persona suprema,(il Servito), non c'è possibilità che venga applicato il  bhakti-yoga. “ 

Percorso di perfezione, capitolo 8 




“La civilizzazione reale non è interessata semplicemente ai bisogni animaleschi dell'uomo ma nel permettere all'uomo di capire il suo rapporto con Dio, il Padre Supremo. 

Si può imparare  il proprio rapporto con Dio attraverso il Cristianesimo, con la letteratura  Vedica o con il Corano ma comunque deve essere imparato. Lo scopo di questo movimento della coscienza di Krsna non è di trasformare i cristiani in indu o gli indu in Cristiani ma informare tutti che il dovere di un essere umano è di capire il suo rapporto con Dio. Si deve imparare questo, altrimenti si sta sprecando semplicemente il proprio tempo associandosi alle tendenze animalesche.

 Dobbiamo dare prova di amare Krsna o Dio. Se uno ha questo anelito, dovrebbe esercitarlo, e venire ad imparare questo processo.

 Non si dovrebbe avere invidia nello scegliere un percorso piuttosto che un altro.

 Visad apy amrtam grahyam amedhyad api kancanam. nicad apy uttamam vidyam stri-ratnam duskulad api (Niti-darpana 1.16)

Canakya Pandita dice che si deve interferire con cio' che è reale e che proviene da un fonte certa. Se c'è un velo di veleno con un po' nettare in esso, dice, si dovrebbe prelevare il nettare e lasciare il veleno. Allo stesso modo, se si trova l'oro in un posto ripugnante, si dovrebbe trarlo da quel luogo.

 Similmente, secondo  il sistema di formazione Vedica si deve ricevere l'istruzione da persone intellettuali come i brahmana, se qualcuno si abbassa (diventa umile) nella scala sociale ha imparato la verità, si dovrebbe accettarlo 

(il brahmana) come insegnante ed imparare da lui.

 e non si dovrebbe pensare che solo perché uno si comporta da umile sia da ritenersi accettato come insegnante. 


Similmente, se uno è sincero nella ricerca del vero Dio, non dovrebbe pensare, “sono cristiano,„ “sono indù,„ o “sono musulmano.„ Se uno è sincero nella ricerca dell' amore per Dio, dovrebbe considerare quale processo è il migliore. Non si dovrebbe pensare, “perchè dovrei seguire le Scritture Vediche o quelle Indu?„ Lo scopo nel seguire le scritture  Vediche è sviluppare l'amore per Dio. Quando gli allievi vengono in America per un'istruzione superiore, non considerano il fatto che gli insegnanti possono essere americani, tedeschi o di altre nazionalità. Se uno desidera un'istruzione superiore, semplicemente viene e la prende. Similmente, se c'è un processo efficace per capire e avvicinarsi a Dio, come il processo della coscienza di Krsna, si dovrebbe prenderlo. “ 

"Regalo incomparabile", capitolo 6 




“I cosiddetti seguaci dei principii  Vedici accettano semplicemente e formalmente i Veda, ma si comportano contro i principii  Vedici. Ciò è sintomatico in questa età di Kali. Sono popolari i distinguo che vengono fatti nel seguire un certo tipo di religione, ad esempio si dice formalmente, “sono indù,„ “sono musulmano,„ “sono cristiano,„ “sono questo o quello,„ ma nessuno realmente segue i principii enunciati nelle Scritture religiose.

 Questa è la malattia di questa età di kali. Ma il misericordioso Sri Caitanya Mahaprabhu ci ha raccomandato semplicemente di cantare  il maha-mantra Hare-Krsna :  harer nama harer nama harer namaiva kevalam

Il signore può trasportare chiunque e tutto, anche se uno può cadere dalle ingiunzioni delle Scritture rivelatrici. Questa è la misericordia speciale di Sri Caitanya Mahaprabhu. Di conseguenza Egli è conosciuto come patita-pavana, il dispensatore di tutte le anime cadute. “ 

Caitanya-caritamrta,  Madyam lila




“La cultura occidentale è monoteista, ma l'Occidente sta fuorviando speculando sulla concezione  impersonalista indiana. I giovani dell'occidente sono frustrati perché non vengono diligentemente istruiti sul monoteismo. Non sono soddisfatti con questo processo di istruzione e di comprensione. Il movimento della coscienza di Krsna è un vantaggio per loro, perché realmente li istruisce a capire il monoteismo occidentale attraverso il sistema autorevole Vedico. Noi non discutiamo semplicemente in modo teoretico; piuttosto, impariamo con il metodo prescritto dalle regolazioni  Vediche.„ 

 
Bhaktivedanta Book Trust. HDG A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada
 
 

INDUISMO

 

Divinita'

Il movimento della coscienza di Krsna spesso è identificato erroneamente come una forma di Indusimo, ma questo non è corretto. La coscienza di Krsna è Vaisnavismo, una filosofia Spirituale che in nessun modo è collegata con l'Induismo pervaso di coscienza di panteismo, di politeismo e di caste.

 Anche se il Vaisnavismo ripartisce un collegamento storico comune con l' Induismo attraverso le loro radici nella cultura antica Vedica dell'India, l'Induismo si è trasformato in in un contrassegno settario, non religioso. La coscienza di Krsna, d'altra parte, è un metodo universale di Sanatana-dharma, religione eterna che oltrepassa le indicazioni relative e settarie. 


“L'Induismo„ è realmente una parola escogitata. “Indu„ non è una parola trovata nel dizionario Sanscrito. Piuttosto, viene da una pronuncia “ Sindhu„, il nome Sanscrito dato al fiume, Indo. La parola “Indu„ ha avuto origine come conseguenza del fatto che i Maomettani  hanno difficoltà nel pronunciare la lettera “S„.Quindi, il loro uso della parola descrivere la gente che vive al di la del fiume Indo e si è trasformato in “Indu„ piuttosto che in "Sindu„. Infatti, il termine indu  è più una descrizione geografica che una descrizione religiosa. 

 Il termine “Indu„ è associato spesso con l'ambiente spirituale o culturale dell'India, mentre il termine corretto che descrive la religione Vedica è “Sanatanam„, o “„  religione eterna. I Veda insegnano che la religione Sanatana  appartiene non solo agli indu o agli indiani, o per l'umanità nel suo insieme, ma per tutte le entità viventi sulla terra.

 L'istituzione culturale connessa con questa religione Sanatana è chiamata “varnasrama„. Ci sono quattro varna, o divisioni di ordine sociale: brahmana, ksatri, vaisya, sudra. Nella cultura pura Vedica, i varna hanno fornito i mezzi scientifici per l'organizzazione della società. Oggi, i varna si sono degradati; una volta il termine era conosciuto come sistema di caste dell'India - oggi detto sistema non ha piu' somiglianza al sistema  Vedico dei varna. I quattro asrama, o quattro divisioni di ordine spirituale, sono brahmacari, grhastha, vanaprastha e sannyasa, che descrivono la progressione spirituale dell'individuo con la vita. La civilizzazione Vedica, quindi, è denominata varnasrama-dharma, Non indù-dharma




“… La nostra propaganda non è di far proselitismo con la gente per trasformarli da Cristiani in Induisti. La nostra propaganda è di far conoscere a tutti questo fatto; cioe' che tutti siamo eternamente servitori di Krsna. Questa è la nostra propaganda. … Stiamo provando a convincere la gente che “la vostra posizione originale è quella di servire Krsna. Ora avete dimenticato questo. Fate rivivere la vostra coscienza di Krsna e diventerete felici.„ Questa è la nostra propaganda. 


Non comprendete male quello che stiamo cercando di diffondere perche' non e' l'Induismo. L'Induismo è un termine fittizio. Poiché non c' è una definizione precisa su di esso . Qualcuno accetta questo, solo qualcuno…  i Jainsti e i Sikhs e molte altre -religioni-secondarie, sono regolate dalle regole indù, dalla legge indù. Così realmente questo parola indu  è derivata dai Maomettani. Non troviamo questa parola "indu'" nella letteratura Vedica. 

Conferenza di Srila Prabhupada, 10-27-72, Vrindaban 




“Quando il signore Caitanya ha comunicato con il grande devoto Ramananda Raya, il signore gli ha chiesto, “che cosa è il principio di base della vita umana?„ Ramananda Raya ha risposto a che la civilizzazione umana comincia quando il varnasrama-dharma è accettato. Prima di arrivare al livello delvarnasrama-dharma non c'è domanda di civilizzazione umana. Di conseguenza, il movimento della coscienza di Krsna sta provando a ristabilire questo sistema corretto di civilizzazione umana, che è conosciuta come coscienza di Krsna, o della cultura divina del daiva-varnasrama. 


In India, il sistema varnasrama attualmente e' seguito in un modo pervertito e un uomo nato nella famiglia di un brahmana (l'ordine sociale piu' elevato) sostiene così che dovrebbe essere accettato come brahmana. Ma questo diritto per nascita non è accettato dai sastra (scritture). 

Il suo antenato può essere un brahmana secondo il gotra, o l'ordine ereditario della famiglia, ma il varnasrama-dharma reale è basato sulla qualità effettiva che uno ha raggiunto, senza riguardo alla nascita o all'eredità. Di conseguenza, non stiamo predicando il sistema attuale degli Indu, particolarmente per coloro che sono sotto l'influenza di Sankaracarya, dato che Sankaracarya ha insegnato che la verità assoluta è impersonale ed ha negato così indirettamente l'esistenza di Dio. 


La missione di Sankaracarya era speciale; è sembrato che ristabilisse l'influenza Vedica dopo l'influenza del Buddhismo. Poiché il Buddhismo fu patrocinato dall'imperatore Asoka,  la religione buddista praticamente ha pervaso tutta l'India. Secondo la letteratura Vedica, Buddha era un incarnazione di Krsna che ha avuto un compito speciale e che è comparso per un fine particolare. Il suo sistema di pensiero, o  fede, è stata accettato ampiamente, ma Buddha ha rifiutato l'autorità dei Veda. Mentre il Buddhismo si stava spargendo, la cultura Vedica fu interrotta sia in India che in altri posti. Di conseguenza, poiché l'unico scopo di Sankaracarya era guidare il sistema del Buddha privo di filosofia,  intrododusse un sistema denominato Mayavada


In senso stretto, la filosofia Mayavada è ateismo, dato che è un processo in cui si immagina soltanto che ci sia Dio(n.d.t.: lo si immagina in forma impersonale). Questo sistema di filosofia Mayavada  è stato attuale da tempo immemore.

 Il sistema indiano attuale della religione o della cultura è basato sulla filosofia Mayavada di Sankaracarya, che è un compromesso con la filosofia buddista. Secondo la filosofia Mayavada non c'e' realmente Dio, o se il Dio esiste, è impersonale e tutto-pervadente e può quindi essere immaginato in tutte le forme. Questa conclusione non è in accordo con la letteratura Vedica. Quella letteratura possiede molti esseri celesti, che sono adorati per scopi differenti, ma in ogni caso il signore supremo, la personalità della Divinita', Visnu, è accettato come il regolatore supremo. Questa è cultura reale Vedica. 


L'ultimo obiettivo di questo movimento è di istruire la gente come amare Dio. Caitanya Mahaprabhuapprova la conclusione che la piu' alta perfezione della vita umana è di imparare come amare Dio. Il movimento della coscienza di Krsna non ha niente a che fare con la religione indù o tutto il sistema della religione. Non ci sarà nessun signore cristiano interessato a cambiare la sua fede da Cristiano a Indu. Similmente, non ci sarà nessun signore di cultura indù che aspetta di cambiare abbracciando la fede cristiana. Questi cambiamenti sono per gli uomini che non hanno una condizione sociale particolare. Ma tutto sarà focalizzato nel capire la filosofia e la scienza di Dio e nel prenderle  seriamente in considerazione. Si dovrebbe capire chiaramente che il movimento della coscienza di Krsna non sta predicando la cosiddetta religione indù. Stiamo dando una cultura spirituale che può risolvere tutti i problemi della vita e quindi viene accettata dappertutto. “ 

Scienza dell' Auto-Realizzazione, capitolo 3 
(c)Book-Trust Bhaktivedanta. Swami Srila Bhaktivedanta Prabhupada  HDG. 

 

BUDDISMO


b



Tempio buddista giapponese





Nello Srimad-Bhagvatam, il signore Buddha è accettato come avatara di saktyavesa, un' incarnazione  autorizzata dal signore supremo. Lo Srimad-Bhagvatam, che è stato compilato da Vyasadeva cinque mila anni fa, ha previsto l'incarnazione del signore Buddha che è comparso appena 2.600 anni fa, ad esempio Buddha comparirà in Gaya Pradesh, nella provincia di Gaya. “Nell'inizio di Kali-yuga, il signore comparirà come signore Buddha, figlio di Anjana, nella provincia di Gaya, allo scopo di ingannare coloro che sono invidiosi del teista  fedele.„ (Srimad-Bhagavatam 1:3: 24). Kesava dhrta buddha sarira - Krsna ha accettato il corpo di Buddha. Questa è la concezione Vaisnava del signore Buddha. 

Il signore Buddha è comparso in un momento in cui i cosiddetti religiosi stavano usando erroneamente i Veda per giustificare gli atti violenti come il consumo di carne ed il sacrificio animale. Era desiderio della personalità suprema della Divinita' concludere la violenza che si è commessa in nome dei Veda. Prendendo pietà per i poveri animali, sacrificati nei rituali,  il signore Buddha sembrava che predicasse l'ahimsa, la non-violenza, conducendo la gente caduta via da tali false interpretazioni. 

Ai tempi dell'apparizione del signore Buddha, molta gente era diventato atea e lo Srimad-Bhagvatam dichiara che il signore Buddha è comparso per sconcertare questo codice di categoria ateista degli uomini. dovuto alla loro ignoranza, la gente era implicata nelle attività peccaminose dell'uccisione inutile di innumerevoli animale in nome della religione. Nella sua predica, il signore Buddha ha rifiutato di accettare i principii  Vedici perché l'assassinio degli animali avrebbero indicato semplicemente le prove che nei Veda vi e' menzionato l'uccisione degli animali per il sacrificio. Di conseguenza, il signore Buddha ha stabilito un sistema di religione sulla piattaforma della non-violenza per arrestare l'assurdità che stavano agganciando, dovuto ad una mancanza di conoscenza. 

Il signore Buddha ha predicato l'ateismo in modo che gli atei lo seguissero e così fossero ingannati nel servizio devozionale al signore Buddha (Krsna). Obbedendo al signore Buddha, stavano realmente seguendo Dio. Per prendere gli atei sconcertati sotto il suo controllo, ha collaborato e detto, “sì, là è Dio, ma lo sentite.„ Essere un incarnazione reale di Dio, questo era una genere di truffa trascendentale. Coloro che era seguaci della religione  Vedica, tuttavia, non hanno accettato la religione del signore Buddha perché era contro i Veda. Cioè questa filosofia è servita realmente per sconcertare gli atei e non dovrebbe essere accettata dai devoti. 

Il signore Buddha fu criticato dai brahmana  Vedici per l'arresto dei sacrifici degli animali, che viene suggerito nel Veda come mezzo di generazione della vita nuova in circostanze molto speciali. Ma poiche' i brahmana erano stati corrotti e stavano prendendo questa ingiunzione come cosa molto generale, il signore Buddha rifiuto' di  accettare i principii Vedici e li ha criticati.

 Di conseguenza, i seguaci rigorosi dei Veda non lo accettarono. Il devoto capisce perchè il signore Buddha ha preso questa posizione, tuttavia siccome e' un devoto non accetta la filosofia del Buddhismo, lui accetta il signore Buddha come incarnazione del signore Krsna ed offre i suoi omaggi a Lui. Questa è la posizione del Vaisnava. 

Il Buddhismo si è diffuso durante il regno dell'imperatore Asoka, un re indù. Il signore Buddha, che è comparso nella famiglia di un re di prima scelta di ksatriya, patrocinato da Maharaja Asoka e la filosofia buddista era conseguentemente diffusa attraverso l'Estremo-Oriente. Dopo che il grande insegnante Sankaracarya sconfisse bene la filosofia, il Buddhismo ed i principii religiosi simili come il Jainismo furono cacciati oltre i confini dell'India. Finalmente, tutto il Buddhismo spari' dall' India, per mettente radici preferibilmente in Cina, in Birmania e nel Giappone in cui rimane una religione predominante. 

La filosofia buddista non accetta l'esistenza di Dio o dell'anima. Di conseguenza non c'è possibilità di bhakti-yoga, perché non riconoscono il signore supremo che esiste come obiettivo supremo. Mentre i buddisti non credono in Dio hanno amore per il signore Buddha. Alcuni buddisti dicono che poiche' mostrano il servizio devozionale al signore Buddha, dovrebbero essere considerati devoti, ma il Veda non accetta come devoto uno che non raggiunge la conclusione della Supremazia della personalità della Divinita'. Essenzialmente, i buddisti filosofizzano semplicemente sugli elementi materiali e desiderano smantellare gli elementi materiali tramite il processo di raggiungere il Nirvana. Anche quelle personalità gradiscono il signore Buddha, che non ha accettato l'esistenza del Signore Supremo, e della moralità predicata e l'etica nello spirito dell'ateismo, non predicano mai che c'è tutta la possibilità di raggiungere la pace eterna e la prosperità in questo mondo materiale. 



“Il Buddhismo è interessato in gran parte ai problemi del corpo, dovuti alle interazioni dei tre modi della natura materiale, che agiscono sui nostri corpi materiali, e ne avvertiamo i vari dolori e piaceri. Il Buddhismo insegna che uno può essere alleviato da questi dolori e piaceri non appena smantella la combinazione degli elementi materiali nella figura del corpo fisico. Il Nirvana, l'obiettivo del Buddhismo, si dichiara di averlo raggiunto quando una persona ha finito con le combinazioni materiali. Dopo tutto, fa soffrire ed i piaceri sono dovuti al possesso di questo corpo materiale. Tuttavia, la filosofia buddista non fornisce informazioni sull'anima, sul possessore del corpo. Così il Buddhismo è imperfetto. 

La filosofia buddista è incompleta, ma questo non significa che il signore Buddha non ha conosciuto la verità completa. Un insegnante può ricevere la sua laurea, tuttavia insegna ancora l' ABC ai suoi allievi. Non è che la sua conoscenza è limitata all' ABC. Similmente, una particolarmente incarnazione autorizzata (avatara di saktyavesa) predichera' la coscienza di Dio secondo la data, la località e le circostanze.L'insegnante tiene la sua laurea, ma gli allievi non possono essere qualificati per ricevere le alte istruzioni che l'insegnante è competente ad insegnare. 

Di conseguenza ci sono scuole differenti della religione, come  il Buddhismo e la filosofia Mayavada di Sankaracarya. Sia i buddisti che i Mayavadi consigliano ai loro seguaci di provare ad ottenere il distacco dal dolore e dal piacere, che sono dovute alle attività sensuali. Nessun filosofo genuino invita i suoi seguaci a perseguire le attività sensuali. Rivestimenti di Buddha con la materia: per realizzare il sospirato nirvana,  in primo luogo bisogna smantellare la combinazione materiale del corpo. Cioè il corpo è una combinazione di cinque elementi materiali: la terra, l'acqua, il fuoco, l'aria e l'etere e questa combinazione è la causa di tutti il dolore e piacere; così quando la combinazione è smantellata, non ci sarà più dolore e piacere. “ 
Seconda probabilità, capitolo 11 



“È dichiarato che la misericordia è una delle qualità di un buddista, ma la misericordia è una cosa relativa.

 Mostriamo la nostra misericordia ad un subalterno o ad uno che sta soffrendo più di noi stessi. Tuttavia, se c'è un parte superiore presente nella persona, la persona superiore non può essere l'oggetto della nostra misericordia.

 Piuttosto, siamo oggetti della misericordia della persona superiore. Di conseguenza mostrare pietà e misericordia è un'attività relativa. Non è la verità assoluta. 

Oltre a questo, dobbiamo anche conoscere che cosa e' realmente la misericordia. Dare ad un uomo ammalato qualcosa proibita affinchè lui mangi non è misericordia. Piuttosto, è crudeltà. 

A meno che conosciamo cosa sia realmente la misericordia, possiamo generare una situazione indesiderabile. 

Se desideriamo mostrare la misericordia reale, predicheremo la coscienza di Krsna per fare rivivere la coscienza persa degli esseri umani, la coscienza originale dell'entità vivente. 

Poiché la filosofia buddista non ammette l'esistenza dell'anima spirituale, la cosiddetta misericordia dei buddisti è difettosa.„ 


Caitanya-caritamrta, lila 9:49  Madyam 
Book-Trust- Bhaktivedanta. Stralciato dal testo di Swami Srila Prabhupada Bhaktivedanta  HDG. 
 

ISLAM

 


 Sufi Mistici




“Islam„ significa fare la volontà di Dio e un musulmano è uno che si presenta a Dio. Allah è il Supremo, quello e' l' unico Dio. Come i Vaisnava, i musulmani si esercitano nel bhakti-yoga perché Dio è l'obiettivo nella religione musulmana. I musulmani accettano la concezione personale di Dio, come i cristiani e i Vaisnava e riconoscono “Allah akbar„, “Dio e' grande.„ Allah è il nome personale di Dio come viene usato nel Qur'an santo. Il signore ha molti nomi e cantare il nome santo di Allah è non-differente del cantare il nome santo di Krsna. 


A volte la personalità della Divinita' discende. Ed altre volte, trasmette ai suoi servitori confidenziali di alleviare  le sofferenze delle entità viventi. Maometto si è introdotto come il servitore del Dio, di Allah e di lui ha predicato il messaggio trascendentale del regno di Dio. Maometto è quindi un acarya per la fede islamica. Il Vaisnava accetta Maometto come il rappresentante di Dio e qualunque cosa dice, accettiamo. 





Una delle ingiunzioni scritturali nell'Islam dice, “più  vi sforzate verso me, più mi amate, più vicino vengo a voi.„ L'ultimo obiettivo dei Vaisnavi e' quello di  imparare ad amare  Dio e la Bhagavata dice che una religione che addestra i seguaci come amare Dio e servirlo è una religione di prima classe. Di conseguenza, l'Islam, come la Cristianita', è una forma di base del dharma dei Vaisnava perché tutti e tre consigliano un rapporto di servizio basato sull'amore. Mentre la letteratura Vedica fornisce le informazioni estremamente dettagliate su come amare e servire dio e su chi dio realmente è (i suoi nomi, forma, personalità, passatempi, ecc.), il Qur'an (come la bibbia) non fornisce quasi informazioni su chi Dio realmente è. Questa  è una delle differenze fra Islam e il Vaisnavismo. Tutte le religioni accettano Dio, ma non possono dare un'idea esplicita del Dio. Si può dire che “Dio è grande„, ma chi è quel dio e come è grande? Uno dovrebbe sapere chi e' Dio e come e' grande... questa  è la perfezione. 


I musulmani non credono nella letteratura Vedica e chiunque  non crede nel Qur'an viene chiamato “kafir„, o un dispositivo di scarto di verità. Similmente, i cristiani dicono che chiunque non crede nella bibbia è un pagano e la letteratura Vedica si riferisce ad uno che non crede nei Veda come “nastika„. Allo stesso tempo, il Vedanta insegna che dobbiamo seguire le grandi personalità, i grandi acarya. Quello è il processo per guadagnare la conoscenza. Ci si deve avvicinarsi ad un Maestro Spirituale ed imparare da lui. Qualunque cosa dica il Maestro Spirituale è accettato:
sadhu guru sastra vakya . La prova reale deve essere dichiarata  nelle scritture e deve essere spiegata dal maestro o dal santo o dalle persone spirituali. Allora è considerato prova, senza riguardo al contesto religioso all'interno di cui è presentata in una data data, località, o circostanza. 


Un'altra differenza significativa fra Islam e il Vaisnavismo è che i mussulmani sono contro il culto delle Divinita'. Gli odierni seguaci dell' Islam non hanno conoscenza della forma reale del Signore e quindi dicono che è senza-forma. L'arte islamica non descrive mai la faccia o la forma del Signore. Invece,  Dio è visto nella forma e nei passatempi, o nell'architettura o nella roba del tempio. I musulmani rifiutano l'adorazione della forma personale del Signore perché temono la tendenza di degradazione della forma pura dalle concezioni materiali. Alternativamente, l'ingiunzione  Vedica è che si deve difendersi rigorosamente dall'immaginare la forma spirituale del Signore considerandola in tutto materia dei sensi. 


Come tutte le religioni, la fede islamica ha avvertito la reinterpretazione ed il cambiamento col tempo di precetti originali. Mentre il profeta Maometto ha stabilito di eseguire cinque volte  la preghiera quotidiana, molti musulmani oggi hanno adottato un cambiamento a tre volte per la preghiera. In materia di culto delle divinita', i Sufi, che sarebbero il culto originale che balza da Maometto, accetta la funzione personale del Signore e parlano della forma del Signore nella loro poesie. Ma generalmente, quel livello della concezione personale non è piu' accettato oggi. 

(c)  Book-Trust Bhaktivedanta. Stralciato dai vari testi di Swami Srila Prabhupada  Bhaktivedanta  HDG.
 

 

 

Sikhism

 

Sikhs




“Similmente, nel tempio del  guru-dvaras, Sikhs… (rottura)… come gli indu, offrono il fiore, le frutte ed i dolciumi, e leggono il loro Granthasahib. Noi leggiamo la Bhagavad-gita loro leggono il Granthasahib enunciato da Guru Nanak. Così con questo culto nel tempio si accetta una certa autorità, come  accettate Krsna o accettate il signore Gesu' Cristo o Jjehovah o il signore Buddha o il Guru Nanak, che sono differenti, intendo dire, generi di fede, ma questa accettazione di autorità è presente dappertutto. Ora quello che dobbiamo capire chi è la più alta autorità, dalla letteratura  Vedica, dalle nostre discussioni, dal nostro senso, dalla nostra comprensione. Ma questa accettazione di autorità è là.„ 

Conferenza di Srila Prabhupada sulla Bhagavad-gita, 06-13-68, Montreal 




“Ospite (2): Srila Prabhupada, nel Sikh-dharma dicono canta  i nomi santi di Dio e finora non ho incontrato “ il nome di Krsna„ nelle scritture. Ho incontrato “Govinda,„ “Mukunda,„ “Rama„ e…, ma il nome principale che cantate è Viduh. E stavo domandando se poteste commentare…, sul Sikh-dharma. 

“Prabhupada: È molto buono. È molto buono. Guru Nanak, cantate il nome, il nome santo di Rama, il nome santo di Krsna, Govinda. Così se seguiamo il Guru Nanak, siamo fortunati. Chiunque  presenti una scienza di Dio, non importa chi sia questo uomo; è il nostro guru.„ 

Conferenza di Srila Prabhupada, 03-02-75, Atlanta 




“Amogha: Srila Prabhupada, nel Sikhism ci sono Guru Nanak Guru Granth Sahib. È realmente una scrittura reale ed era Guru Nanak realmente un devoto? O non è corretto? 

Prabhupada: Hanno generato un sistema della religione che può includere gli indu ed i musulmani. Quello allora fu necessario. Ma non è un buon sistema della religione. 

“Paramahamsa: Significa un compromesso fra i due. 

“Prabhupada: Compromesso, sì. C'era troppo sforzo fra gli indu ed i musulmani, in modo da desiderare di fare un compromesso. Realmente c'era soltanto cultura Vedica dappertutto. Mentre le cose si sono deteriorate, i nuovi sistemi della religione sono venuto a modificarsi . La religione dei Sikh o dei cristiani o questa religione, la religione musulmana. Sono, da come vengono denominate, tipo deforme di religione. 

La religione è quel ekam sarva-dharman mam  parityajya. Quella è religione.„ 

Camminata di mattina di Srila Prabhupada, 05-07-75, Perth 

(c) Book-Trust -Bhaktivedanta. Stralciato dal testo  Swami Srila Prabhupada  Bhaktivedanta di HDG. 




I temi di base della religione dei Sikh riflettono il tempo e dispongono le circostanze del relativo sviluppo. Essenzialmente, il Sikhs crede che ci sia soltanto un dio, che è il creatore, il Sostentaore ed il Distruttore. Il dio non può prendere la forma umana. L'obiettivo di vita umana è di rompere il ciclo della nascita e della morte e di fondersi con il dio. 

Ciò può essere compiuta quanto segue gli insegnamenti del Guru, la meditazione sul nome santo e le prestazioni degli atti di servizio e della carità. I cinque vizi cardinali sono; Kam (concupiscienza), Krodh (rabbia), Lobh (avidita'), Moh (collegamento mondano) e Ahankar (orgoglio). Narm Marg dà risalto alla devozione quotidiana al ricordo di Dio.I Rituali di Sikhs,  include il digiuno, vegetarianismo, pellegrinaggi, yoga, e il culto degli  idoli. La vita di famiglia (Grasth) è consigliata al celibato e non c'e' ordine di rinuncia. Il libro santo dei Sikh (Guru Granth Sahib) è il Guru perpetuo, là è posto in Sikhism per un Guru vivente oggi.

 Il Sikhism rifiuta tutte le distinzioni di caste, della dottrina religiosa, di razza o di sesso. Sollecitano l'uguaglianza delle donne, rifiutano l'infanticidio femminile, il sati (moglie che si brucia), il remarriage consentente della vedova e rifiutano il purdah (donne che portano i velo). Viene dato risalto al lavoro, la carità ed il servizio (seva) alla Comunità. 



 

CRISTIANESIMO

 


Gesu' Cristo




Poiché il Cristianesimo e il Vaisnavismo sono entrambe filosofie di personalisti, sono abbastanza simili in natura. Il Veda insegna che il figlio è non-differente dal padre e similmente, la teologia cristiana insegna che Cristo, il figlio di Dio, è inoltre dio. Mentre Cristo lo dice “sono il figlio di Dio„, non dice mai, “sono Dio.„ Ciò è in accordo con la filosofia acintya-bhedabheda-tattva data dal signore Caitanya, quello il signore, dovuto le sue potenze inconcepibili, è simultaneamente una e differente. Il Cristianesimo è una forma di Vaisnavismo perché il dio è riconosciuto ed i cristiani si esercitano nel bhakti-yoga quando adorano Gesu' Cristo perché stanno accettandolo come il figlio di Dio e quindi stanno accettando Dio. Cristo ha predicato che il rapporto superiore è un rapporto d'amore diretto e personale con il Signore. 


Come i Vaisnava, Cristo era sempre compassionate ed ansioso di preservare l'umanità dalla sofferenza. I cristiani credono che con la suo crocifissione, Gesu' Cristo abbia assimilato tutte le attività peccaminose della gente del mondo. Una delle differenze più significative fra Cristianesimo e il Vaisnavismo è che la Cristianita' non accetta la conclusione  Vedica  sulla reincarnazione, o la trasmigrazione dell'anima. La dottrina cristiana sostiene che c'è cielo e inferno (analoghi alle nature divine e demoniache), ma il Cristianesimo insegna che alla morte del corpo, l'anima spirituale non ritorna in un nuovo corpo terreno Se, durante il suo corso della vita, l'individuo entra in rapporto con il dio il padre attraverso Cristo il figlio, quindi tutti i peccati sono perdonati e l'individuo va in cielo. C'è un processo della confessione e della riparazione e la riparazione  è richiesta e deve essere subita secondo la gravità dei suoi atti peccaminosi. Secondo la conclusione Vedica, tuttavia, tutti sono responsabili delle proprie attività peccaminose. Mentre il Maestro Spirituale  può attenuare i peccati del discepolo, se uno continua a commettere gli atti peccaminosi raccoglierà la reazione, o l'effetto karmico, in questo corso della vita o nei corsi della vita futuri. 



La coscienza di Cristo è inoltre essenzialmente la coscienza di Krsna, ma attualmente il popolo non segue le regole e ed i regolamenti della Cristianita' (insegnamenti di Gesu' Cristo), conseguentemente non vengono al livello della coscienza di Dio. Per esempio, la Bibbia contiene l'ordine “Tu non ucciderai,„ ma i cristiani hanno sviluppato i mattatoi migliori del mondo. Questa e' un'altra delle differenze pratiche più significative fra i cristiani, che consigliano ad uccidere altre entità viventi per alimentarsi e i Vaisnava, che segue i canoni rigorosi del vegetarianismo. 

(c) Book-Trust-Bhaktivedanta. Stralciato dai vari testi  Swami Srila Prabhupada Bhaktivedanta di HDG. 


 

GESU' FU UN GURU




Cristo insegna ai suoi Discepoli







Il capo spirituale del movimento degli Hare Krsna  qui riconosce il signore Gesu' Cristo come  “il figlio di Dio, il rappresentante di Dio… il nostro Guru… il nostro Maestro Spirituale,„ tuttavia ha alcune parole taglienti per coloro che attualmente sostiene essere seguaci di Cristo… “ 




“Lo Srimad-Bhagavatam dichiara che tutti i  predicatori autentici della coscienza di Dio devono avere le qualità della titiksa (tolleranza) e del karuna (compassione). Nel carattere del Signore Gesu' Cristo troviamo entrambe queste qualità. Era così tollerante che persino mentre veniva crocifisso, non ha condannato nessuno. Ed era così compassionevole che ha pregato Dio di perdonare le stesse persone che lo stavano uccidendo (Naturalmente, non potevano realmente ucciderlo. Ma stavano pensando che avrebbe potuto essere ucciso, in questo modo stavano commettendo un'offesa grande.) mentre Cristo quando veniva croceficsso, pregava: “Padre, perdona coloro, perche' non sanno quello che fanno.„ 

Un predicatore della coscienza di Dio è un amico per tutti gli esseri viventi. Il signore Gesu' Cristo ha esemplificato questo insegnando, “Non fare agli altri cio' che non vorresti fosse fatto a Te stesso. E non ammazzare„ Ma i cristiani gradiscono interpretare male questa istruzione. Pensano che gli animali non abbiano anima e quindi pensano che possano uccidere liberamente i miliardi degli animali non colpevoli nei mattatoi. Così anche se ci sono molte persone che professano di essere cristiani, sarebbe molto difficile trovare uno che segue rigorosamente le istruzioni del Signore Gesu' Cristo. 

Un Vaisnava è infelice nel vedere la sofferenza degli altri. Di conseguenza, il signore Gesu' Cristo ha acconsentito di farsi crocifiggere per liberare gli altri dalla loro sofferenza. Ma i suoi seguaci sono così infedeli che hanno deciso, “lasciare che  Cristo soffra per noi e continueremo a commettere peccato.„ Amano Cristo così tanto che pensano, “ mio caro Cristo, noi sono molto deboli. Non riusciamo a evitare le nostre attivita' peccaminose. Così soffri per favore per noi.„ 

Gesu' Cristo ha insegnato, “Non uccidere.„ Ma i suoi seguaci hanno deciso,che  “li lasciano uccidere comunque,„ ed aprono i grandi mattatoi, moderni, scientifici. “Se c'è qualunque peccato, Cristo soffrirà per noi.„ Questa è una conclusione, la più abominevole. 

Cristo può prendere le sofferenze per i peccati precedenti dei suoi devoti. Ma in primo luogo i devoti devono essere sensati: “Perchè dovrei mettere Gesu' Cristo nella sofferenza per i miei peccati? e attraverso le sue sofferenze liberare le mie attività peccaminose.„ 

Far questo ad un uomo, il figlio favorito del Padre, si commette un omicidio. E supporre che pensa, “se c'è qualunque punizione che devo subire, mio padre può soffrire per me.„ La legge la permetterà? Quando l'assassino è arrestato e dice, “no, no. Potete liberarlo ed arrestare mio padre; Io sono suo figlio (dell'animale domestico),„ i funzionari della polizia aderiranno alla richiesta di quello sciocco? Ha commesso l'omicidio, ma pensa che suo padre dovrebbe soffrire la punizione! È quella una proposta sensata? “No. Avete commesso l'omicidio; dovete essere appesi.„ Similmente, quando commettete le attività peccaminose, dovete soffrire voi, non Gesu' Cristo. Questa è la legge di Dio. 

Gesu' Cristo era così una personalità grande, era il figlio di Dio, il rappresentante di Dio. Non ha avuto difetto. Eppure, fu crocefisso. Ha desiderato trasmettere la coscienza di Dio, ma nel farlo lo hanno crocefisso perche' erano così ingrati. Non hanno potuto apprezzare la sua predica. Ma la apprezziamo noi e gli diamo tutto l'onore che merita il rappresentante di Dio. 

Naturalmente, il messaggio che Cristo ha predicato era giusto secondo la data, località paese particolari per soddisfare un gruppo di persone particolari. Ma certamente è il rappresentante di Dio. Di conseguenza adoriamo il Signore Gesu' Cristo ed offriamo i nostri omaggi a Lui. 

Una volta, a Melbourne, un gruppo di ministri cristiani vennero a farmi visita. E mi chiesero, “qual è la vostra idea su Gesu' Cristo?„ dissi loro che, “e' il nostro guru. Sta predicando la coscienza di Dio, percio' è il nostro Maestro Spirituale.„ I ministri  apprezzarono molto questo. 

Realmente, chiunque  predica le glorie di Dio deve essere accettato come Guru. Gesu' Cristo è una tale personalità grande. Non dovremmo pensare a Lui come un essere umano ordinario. Le Sacre Scritture dicono che chiunque considerare il Maestro Spirituale come un uomo ordinario ha una mentalità infernale. Se Gesu' Cristo fosse stato un uomo ordinario, allora non avrebbe potuto diffondere la coscienza di Dio. “ 
Scienza dell' Auto-Realizzazione, capitolo 4 
(c) Book-Trust- Bhaktivedanta. Swami Srila Prabhupada 

 

La coscienza di Cristo è la coscienza di Krsna

 

La coscienza di Cristo è la coscienza di Krsna




Krsna, Christos, Cristo

Nel 1974, il centro ISKCON vicino a Francoforte sul Meno, presso la Repubblica federale della Germania, Srila Prabhupada e vari dei suoi discepoli fecero una passeggiata di mattina con  padre Emmanuel Jungclaussen, un monaco Benedettino del Monastero di Niederalteich. Notando che Srila Prabhupada stava recitando sui grani simili al rosario i giri di meditazione, Padre Emmanuel  spiego' che inoltre cantava una preghiera costante: “Il signore Gesus Cristo, è misericordioso con noi.„. Ed ebbe seguito, la seguente conversazione. 




Srila Prabhupada: Qual e' il significato della parola Cristo? 

Padre Emmanuel: Cristo viene dalla parola greca Christos, che significa “unto.„ 

Srila Prabhupada: Christos è la versione greca della parola Krsna. 

Padre Emmanuel: Ciò è molto interessante. 

Srila Prabhupada: Quando una persona indiana invoca Krsna, dice spesso, “Krsta.„ Krsta che  significa “attrarre, affascinare, nella lingua Sanskrita.„ Così quando parliamo al Dio come “Cristo,„ “Krsta,„ o “Krsna,„ indichiamo la stessa personalità suprema tutta-attraente del Signore Supremo. Quando Gesu' ha detto, “Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il Tuo nome,„ quel nome di Dio era “Krsta„ o “Krsna.„ Accosentite? 


Padre Emmanuel: Penso a Gesu', come al figlio di Dio, ha rivelato a noi il nome reale di Dio: Cristo. Possiamo chiamare Dio, “padre,„ ma se desideriamo parlargli col suo nome reale, dobbiamo dire “Cristo.„ 

Srila Prabhupada: Sì. “Cristo„ è un altro modo per dire Krsta e “Krsta„ è un altro modo di pronuncia di Krsna, il nome di Dio. Gesu' ha detto che uno dovrebbe glorificare il nome di Dio, ma ieri mi sono sentito dire da  un teologo che Dio non ha nome e che possiamo denominarlo soltanto “padre.„ Un figlio può denominare suo padre “padre,„ ma il padre inoltre ha un nome specifico. Similmente, “il dio„ è il nome generale della personalità suprema del Signore Supremo, di cui il nome specifico è Krsna. Di conseguenza se denominate Dio “Cristo,„ “Krsta,„ o “Krsna,„ infine state richiamando la stessa personalità suprema della Divinita'. 

Padre Emmanuel: Sì, se parliamo del nome reale di Dio, allora dobbiamo dire, “Christos.„ Nella nostra religione, abbiamo la trinità: il padre, figlio e lo spirito santo. Crediamo che possiamo conoscere il nome di Dio soltanto dalla rivelazione dal figlio di Dio. Gesu' Cristo ha rivelato il nome del padre e quindi prendiamo il nome Cristo come il nome rivelatore di Dio. 

Srila Prabhupada: Realmente, non importa--Krsna o Cristo il nome è lo stesso. Il punto principale è di seguire le ingiunzioni delle scritture Vediche che suggeriscono di cantare il nome di Dio in questa età. La cosa più facile è cantare il maha-mantra: Hare Krsna, hare Krsna, Krsna Krsna, hare hare. Hare Rama, hare Rama, Rama Rama, hare hare. Rama e Krsna sono nomi di Dio e Hare è l'energia di Dio. Così quando cantiamo il maha-mantra, parliamo a Dio insieme alla sua energia. Questa energia è di due generi: Spirituale e  materiale. Attualmente siamo nelle grinfie dell'energia materiale. Di conseguenza preghiamo Krsna affinche' ci  trasporti gentilmente dal servizio dell'energia materiale ed accettarci nel servizio dell'energia spirituale. Questa è tutta la nostra filosofia. I mezzi dell'hare Krsna, “Oh energia di Dio, O Krishna [Krsna], uniscici per favore nel Tuo servizio.„ È nella nostra natura  rendere servizio. In qualche modo o in un altro siamo venuti al servizio delle cose materiali, ma quando questo servizio viene trasformato nel servizio dell'energia spirituale, tutto nella nostra vita è perfetto. Esercitarsi nel bhakti-yoga [servizio dell'amore a Dio] significa diventare esente dalle etichette come “ Hindu,„ “musulmani,„ “cristiano,„  e servire semplicemente Dio. Abbiamo generato le religioni : cristiana, indu e di Maometto, ma quando veniamo ad una religione senza indicazioni, in cui non pensiamo di essere indu o cristiani o Maomettani, possiamo parlare della religione pura, o del bhakti. 

Padre Emmanuel: Mukti? 

Srila Prabhupada: No, bhakti. Quando parliamo di bhakti, il mukti [liberazione dalle miserie materiali] è incluso. Senza bhakti non c'è mukti, ma se ci comportiamo sulla piattaforma del bhakti, quindi mukti è incluso. Impariamo questo dalla Bhagavad-gita (14.26): 
 

mam ca yo 'vyabhicarena

bhakti-yogena sevate

sa gunan samatityaitan

brahma-bhuyaya kalpate


“Chi s'impegna completamente nel servizio devozionale, senza deviare in nessuna circostanza, trascende subito le tre influenze della natura materiale e raggiunge il livello del Brahman."

Padre Emmanuel: È il Brahman Krsna? 

Srila Prabhupada: Krsna è Parabrahman. Il Brahman è realizzato in tre funzioni: come Brahman impersonale, come Paramatma localizzato e come Brahman personale. Krsna è personale ed è il Brahman supremo, dato che il dio è alla fine una persona. Nello Srimad-Bhagavatam (1.2.11), questo è confermato: 
 

vadanti tat tattva vidas

tattvam yai jnanam advayam

brahmeti paramatmeti

bhagavan iti sabdyate


“ I trascendentalisti (hanno imparato) che conoscono la chiamata assoluta della verità di questo Brahman, Paramatma, o Bhagavan non-duale della sostanza.„ La caratteristica della Personalità Suprema è l'ultima realizzazione di Dio. Ha tutte e sei le opulenze completamente: È il più forte, il più ricco, il più bello, il più famoso, il più saggio e rinunciato. 

Padre Emmanuel: Sì, accosento. 

Srila Prabhupada: Poiché Dio è assoluto, il suo nome, la sua forma e le sue qualità sono inoltre assolute e sono non differenti da lui. Di conseguenza cantare il nome santo di Dio significa associarsi direttamente con Lui. Quando ci si associa con Dio, si acquista le qualità del devoto e quando si e' completamente purificati, uno sta bene insieme ai soci del Signore Supremo. 

Padre Emmanuel: Ma la nostra comprensione del nome di Dio è limitata. 

Srila Prabhupada: Sì, siamo limitati, ma Dio è illimitato. E perché è illimitato, o assoluto, ha nomi illimitati, di cui ciascuno è dio. Possiamo capire i suoi nomi soltanto in base a quanto la nostra comprensione spirituale e' sviluppata. 

Padre Emmanuel: Posso fare una domanda? Noi Cristiani inoltre predichiamo l'amore di Dio e proviamo a realizzare l'amore di Dio ed a rendere il servizio a Lui con tutto il nostro cuore e tutta la nostra anima. Ora, dov'e' la differenza fra il vostro movimento ed il nostro? Perchè portate i vostri discepoli nei paesi occidentali per predicare l'amore di Dio quando il vangelo di Gesu' Cristo sta proponendo lo stesso messaggio? 

Srila Prabhupada: Il problema è che i cristiani non seguono gli ordini di Dio. Accosentite? 

Padre Emmanuel: Sì, in larga misura siete nel giusto. 

Srila Prabhupada: Allora che cosa è il significato dell'amore dei cristiani per Dio? Se non seguite gli ordini di Dio, allora dov' è il vostro amore? Di conseguenza siamo venuti ad insegnare che cosa significa amare Dio: se lo amate, non potete essere disobbedienti ai suoi ordini. E se siete disobbedienti, il vostro amore non è reale. 

Dappertutto, la gente non ama Dio ma i loro cani. Il movimento della coscienza di Krsna è necessario quindi per insegnare alla gente come fare rivivere il loro amore dimenticato per Dio. Non solo i cristiani, ma anche gli indu, i Maomettiani e tutti gli altri sono colpevoli. Si definiscono “cristiano,„ "indu,„ o “Maomettani,„ ma non obbediscono a Dio. Questo è il problema. 

Ospite: Potete dire in che senso i cristiani sono disobbedienti? 

Srila Prabhupada: Sì. Il primo punto è che violano l'ordine “non uccidere„  edificando i mattatoi. Acconsentite che questo ordine sia violato? 

Padre Emmanuel: Personalmente, acconsento. 

Srila Prabhupada: Bene. Così se i cristiani desiderano amare Dio, devono arrestare l'uccisione degli animali. 

Padre Emmanuel: Ma non è il punto più importante 

Srila Prabhupada: Se mancate un punto, c'è un errore nel vostro calcolo. Senza riguardo a che cosa aggiungete o sottraete dopo, quell'errore è già nel calcolo e tutto quello che segue sarà difettoso. Non possiamo accettare semplicemente quella parte delle scritture che gradiamo e rifiutiamo quelle che non gradiamo e pensiamo ad ottenere il risultato. Per esempio, una gallina fa le uova dalla parte posteriore e mangia con il  becco. Un coltivatore può considerare, “la parte anteriore della gallina è molto costosa perché devo alimentarla. Sarebbe meglio tagliarla via .„ Ma se la testa manca non ci saranno piu' uova, perché il corpo è guasto. Similmente, se rifiutiamo la parte difficile delle scritture ed obbediamo alla parte che gradiamo, una tal interpretazione non ci aiuterà. Dobbiamo accettare tutte le ingiunzioni delle scritture mentre vengono date, non solo quelle che ci soddisfano. Se non seguite il primo ordine, “non uccidere,„  allora dove è la domanda di amore per Dio? 

Ospite: I cristiani ricevono questo ordine perche' e' applicabile agli esseri umani, non agli animali. 

Srila Prabhupada: Questo significherebbe che Cristo non era abbastanza intelligente nell'usare la giusta parola: omicidio. Si sta uccidendo allora c'è omicidio. L'omicidio si riferisce agli esseri umani. Pensate che Gesu' non era abbastanza intelligente da usare la giusta parola --omicidio-- anziché la parola uccisione?

 Uccisione significa qualunque genere di uccisione e particolarmente l'uccisione degli animali. Se Gesu' avesse voluto significare semplicemente l'uccisione degli esseri umani, avrebbe usato la parola "omicidio". 

Padre Emmanuel: Ma nel vecchio testamento l'ordine “non uccidere„ si riferisce all'omicidio. E quando Gesu' ha detto, “non uccisione,„ ha esteso questo ordine per significare che un dell'essere umano dovrebbe non solo astenersi dall'uccisione di un altro essere umano, ma dovrebbe anche curarlo con amore. Non ha parlato mai del rapporto dell'uomo con altre entità viventi, ma soltanto del suo rapporto con altri esseri umani. Quando ha detto, “non uccidere,„ ha significato nel senso mentale ed impressionabile --che non dovreste insultare chiunque o danneggiarlo, curarlo male e così via. 

Srila Prabhupada: Non ci preoccupiamo di questo o di quel testamento ma soltanto delle parole usate negli ordini. Se desiderate interpretare queste parole, questo è qualcos'altro. Capiamo il significato diretto. “non  uccidere„, “i cristiani non dovrebbero uccidere.„ Potete mettere avanti le interpretazioni per continuare il senso attuale di azione, ma capiamo molto chiaro che non c'è esigenza dell'interpretazione. L'interpretazione è necessaria se le cose non sono chiare. Ma qui il significato è chiaro. “non uccidere„ è un'istruzione libera. Perchè dovremmo interpretarla? 

Padre Emmanuel: Il consumo delle piante inoltre non significa che si sta uccidendo? 

Srila Prabhupada: La filosofia di Vaisnava insegna che non dovremmo neppure uccidere inutilmente le piante. Nella Bhagavad-gita (9.26) Krsna dice: 

patram uspam phalam toyam

yo me bhaktya prayacchati

tad aham bhakti-upahrtam

asnami prayatatmanah



“Se qualcuno Mi offre con amore e devozione un foglio, un fiore, una frutta, o dell' acqua, accetterò la sua offerta.„

 Offriamo a Krsna soltanto il genere di alimenti che richiede ed allora mangiamo i resti. Se l'alimento vegetariano d'offerta a Krsna fosse peccaminosa, quindi sarebbe un peccato di Krsna, non nostro. Ma Dio è apapa-viddha le reazioni peccaminoso non sono applicabili a Lui. È come il sole, che è così potente che può purificare persino l'urina -qualche cosa di impossibile per noi. Krsna è inoltre come un re, che può ordinare un assassino di essere appeso ma che egli stesso è oltre la punizione perché è molto potente. Il consumo dell'alimento in primo luogo offerto al Signore è inoltre qualcosa come l'uccisione del soldato durante la guerra. In una guerra, quando il comandante ordina un uomo di attaccare, il soldato obbediente che uccide il nemico otterrà una medaglia. Ma se lo stesso soldato uccide qualcuno per proprio conto, sarà punito. Similmente, quando mangiamo soltanto il prasada [resti di alimento offerti a Krsna), non commettiamo alcun peccato. Ciò è confermato nella Bhagavad-gita (3.13): 

yajna-sistasinah santo

mucyante sarva-kilbisaih

bhunjate te tv agham papa

ye pacanty atma-karanat
 
“I devoti del signore sono liberi da ogni peccato perche' si nutrono di cibo offerto prima in sacrificio. Gli altri, che preparano il cibo solo per un piacere personale, in verita' si nutrono solo di peccato."

Padre Emmanuel: Krsna non può dare il permesso di mangiare gli animali? 

Srila Prabhupada: Sì--nel regno animale. Ma l'umano civilizzato, l'umano religioso, non è qualificato per uccidere e mangiare gli animali. Se arrestate l'uccisione degli animali e cantate i santi nomi di Cristo, tutto sarà perfetto. Non sono venuto per insegnarlo, ma a invitarvi soltanto a soddisfare cantando il nome di Dio. La Bibbia inoltre vi chiede questo. Così gentilmente cooperiamo e cantiamo e se avete un pregiudizio contro il canto del santo nome di Krsna, allora cantate “Christos„ o “Krsta„ -non c'è differenza. Sri Caitanya  ha detto: (nija-sarva-saktih di bahudha di akari del namnam). “Il dio ha milioni e milioni di nomi e perché non c'è differenza fra il nome di Dio ed egli stesso, ognuno di questi nomi ha la stessa potenza di Dio.„ Di conseguenza, anche se accettate le etichette come “indu,„ “cristiano,„ o “Maomettano,„ se cantate semplicemente il nome di Dio trovato nelle vostre scritture, raggiungerete la piattaforma spirituale. La vita umana è fatta per l'auto-realizzazione -- per imparare come amare Dio. Quella è la bellezza reale dell'uomo. Se fate questo dovere come un Hindu, un cristiano, o Maomettano, non importa--ma fatelo! 

Padre Emmanuel: Acconsento. 

Srila Prabhupada [ indica una serie di 108 granelli di meditazione]: Abbiamo sempre questi granelli, simile al  vostro rosario. Voi cantate, ma perchè gli altri cristiani  non cantano? Perchè dovrebbero venir meno a questa grande occasione come esseri umani? I gatti ed i cani non possono cantare, ma noi si, perché abbiamo una lingua umana. Se canti i santi nomi  di Dio, non possiamo perdere qualche cosa; al contrario, ci guadagniamo notevolmente. I miei discepoli si esercitano nel canto dell'hare krishna  costantemente. Potrebbero anche andare al cinematografo o fare tante altre cose, ma hanno abbandonato tutto. Non mangiano  pesci , nè carne né uova, non prendono gli intossicanti, non bevono, non fumano, non partecipano al gioco, non speculano e non effettuano i rapporti sessuali illeciti. Ma cantano il nome santo di Dio. Se voleste cooperare con noi, quindi andate alle chiese e cantate, “Cristo,„ “Krsta,„ o “Krsna.„ C'e' qualche obiezione? 

Padre Emmanuel: Non ce ne sono. Per quanto mi riguarda, sarei felice di unirmi. 

Srila Prabhupada: No, stiamo parlando con voi come rappresentante della chiesa cristiana. Invece di mantenere le chiese chiuse, perchè non darle a noi? Cantate il nome santo di Dio là ventiquattro ore al giorno. In molti posti abbiamo comprato le chiese che erano praticamente chiuse perché nessuno ci andava piu'. A Londra ho visto  centinaia di chiese che erano chiuse o usate per scopi mondani. Abbiamo comprato una di queste chiese a Los Angeles. È stata venduta perché nessuno andava là, ma se visitate oggi questa stessa chiesa, vedrete  migliaia di gente. Tutte le persone intelligenti possono capire che Dio lo si raggiunge in cinque minuti; non richiede cinque ore. 

Padre Emmanuel:
 Capisco. 

Srila Prabhupada: Ma la gente no. La loro malattia è che non desiderano capire. 

Ospite: Penso che capire Dio sia una questione non di intelligenza, ma una questione di umilta'. 

Srila Prabhupada: Umilita' significa intelligenza. L'umile ed il mite possiedono il regno di Dio. Ciò è dichiarato nella bibbia, no?  Ma la filosofia dei mascalzoni è che tutto è dio ed oggi questa idea è diventata popolare. Di conseguenza nessuno è umile e mite. Se tutti pensano di essere Dio, perchè si dovrebbe essere umile e mite? Di conseguenza insegno ai miei discepoli come diventare umili e miti. Offrono sempre i loro  rispettosi omaggi nel tempio ed al Maestro Spirituale e in questo modo ottengono l'avanzamento. Le qualità dell'umilta' e della mitezza conducono molto rapidamente alla realizzazione spirituale. Nelle scritture di Vediche è detto, “a coloro che hanno fede costante in Dio e nel maestro spirituale, che è il suo rappresentante, il significato delle scritture Vediche è rivelata.„ 

Padre Emmanuel: Ma non dovrebbe questa umilta' essere offerta a tutti ? 

Srila Prabhupada: Sì, ma ci sono due generi di rispetto: speciale ed ordinario. Sri Krsna Caitanya ha insegnato che non dovremmo pretendere l'onore per, ma si dovrebbe rispettare sempre tutti, anche se è scortese con noi. Ma il rispetto speciale dovrebbe essere dato a Dio ed al suo puro devoto. 

Padre Emmanuel: Sì, accosento. 

Srila Prabhupada: Penso che i preti cristiani dovrebbero cooperare con il movimento della coscienza di Krsna. Dovrebbero cantare il nome di Cristo o  Christos e dovrebbero smettere di perdonare il macello degli animali. Questo programma segue gli insegnamenti della Bibbia; non è la mia filosofia. Prego di conseguenza di accogliere questa richiesta e vedrete come la situazione del mondo cambierà. 

Padre Emmanuel: La ringrazio molto. 

Srila Prabhupada: Hare Krsna. 

Scienza dell' Auto-Realizzazione, capitolo 4 

(C) Book-Trust -Bhaktivedanta. Swami Srila Prabhupada Bhaktivedanta di HDG. 

Ebraismo

 

Mose'





Gli ebrei credono in un Dio, creatore dell'universo. I testi santi ebrei contenuti nella Torah descrivono come Dio ha dato a Mose', un patriarca che ha sottratto i bambini dalla schiavitu' dell'Egitto; e donato due tavole di pietra sulle quali erano  iscritte  le leggi per il giusto comportamento durante la vita (i dieci comandamenti). 

Scritto in ebraico, il Torah contiene 613 ordini che dettano i riti del passaggio, del comportamento e dei principii dietetici. Una copia è mantenuta in ogni sinagoga, il luogo di culto degli ebrei. Gli ebrei aspettano ancora la venuta del Messia che porterà la pace, la sicurezza e la prosperità. 

Credono che i morti un giorno siano restituiti alla vita dopo aver subito il giudizio di Dio. Ci sono più di 13 milioni di ebrei universalmente, circa il 47% in America, 34% in Israele ed il resto in Europa. La parete occidentale, tutto cio' che rimane del tempio di Salomone distrutto in ANNUNCIO 70, è il luogo più sacro nel Giudaismo. 




“Il sacrificio animale in nome della religione è correntemente praticata dappertutto in ogni religione stabilita. Si dice che il Signore Gesu' Cristo, quando aveva dodici anni,  fu molto scosso nel vedere gli ebrei sacrificare gli uccelli e gli animali nelle sinagoghe e quindi rifiuto' il sistema ebraico della religione e inizio' il sistema religioso della Cristianita', aderente al vecchio ordine “Non uccidere.„ Ed oggi, tuttavia, non solo gli animali vengono uccisi in nome del sacrificio, ma l'uccisione degli animali è aumentato enormemente a causa dell'aumento del numero di mattatoi. La macellazione degli animali, sia per la religione o per alimentarsi, è più abominevole ed è condannata qui. A meno che uno non sia spietato non può sacrificare gli animali, in nome della religione o per alimentarsi. “ 

Srimad-Bhagavatam 7:15: 10 



Prabhupada: “Utilizzate il grano per nutrirvi, oppure le risaia o il frumento. Queste piante, dopo avere prodotto la frutta, il grano, muoiono automaticamente. E quindi  non state uccidendo. Così, coloro che  prendono le frutte, la verdura, il grano, realmente non stanno uccidendo. Prendete il latte… Che cosa è latte? Il latte è la trasformazione dell'anima. Così, il latte della mucca significa che prendete l'anima della mucca, ma la mucca non è uccisa.

 L'anima della mucca è nutriente, accettando questa teoria. Karnish (?), karnish è denominato? Anima della mucca? Che cosa è il significato di karnish (?)? in senso naturale significa che l'anima  è nutriente secondo la vostra scienza --ma perchè dovreste ucciderli? (gli animali) 

Così in nessuna circostanza, l'uccisione diretta non è approvata da alcun sastra, o alcuna religione.  Jiva Hisma. Caitanya Mahaprabhu inoltre dice, jiva-himsa nisiddhacara. Così, jiva hisma, violenza su altri animali, che è contro il principio dei Vaisnava. Non potete essere violenti, voi non potete uccidere. 

Devoto (2): “non uccidere„ è uno dei dieci comandamenti che è molto più vecchio degli insegnamenti di Gesu'. Moseì ha dato i dieci comandamenti alla gente d'Israele  migliaia di anni prima della venuta di Gesu'. Così hanno conosciuto tutto questo prima della venuta di Gesu' ..... 

Devoto (2): Hanno vissuto con i dieci comandamenti, e sono stati rispettati  prima che Gesu' comparisse. I dieci comandamenti sono Mose', gli insegnamenti di Mose' (che ricevette sul monte Sinai da Dio). 

Nara-Narayana: Erano tutti mangiatori di carne comunque. Nel periodo di Mose' tutte le leggi kashruth, come al macello sanitario, che si presume dato da Dio, questi erano tutti mangiatori di carne. 

Devoto: Quello è venuto dopo il libro di Misrad.

 Misrad suggerisce il vegetarianesimo…. 

Devoto: Ed inoltre il Signore Gesu' dice che se c'è un'uccisione inutile dell'animale che “quella mano sia tagliata„. Nella genesi. Si dichiara, “sì, si può uccidere, ma se c'è uccisione inutile, la mia mano sia tagliata.„ genesi. 

Devoto (1): Inoltre, nella genesi si dice che le frutte e le erbe della terra saranno la vostra carne. Significa  come l'uomo dovrebbe vivere di frutte e delle erbe della terra perche' saranno la vostra carne. 

Prabhupada: Sì, erano mangiatori di carne, per questo motivo Gesu' Cristo risponde che la frutta dovrebbe essere la vostra carne. “ 

Conversazione  di Srila Prabhupada, 12-12-71, Delhi 

 (c)Book Trust- Bhaktivedanta. Swami Srila Prabhupada  Bhaktivedanta  HDG. 

 

 


Comments