home‎ > ‎Chi siamo‎ > ‎

Esercizio per aprire il terzo occhio

pubblicato 9 giu 2014, 07:40 da TEMPO diSERVIRE   [ aggiornato in data 21 giu 2014, 02:47 ]




1.    Sedete, con la schiena dritta.
2.    Mettete le mani nella seguente posizione: La mano destra dovrebbe fare un pugno intorno al vostro indice sinistro; per i mancini, la sinistra sul pollice destro. Il pollice dovrebbe premere sul lato dell’indice, dove termina l’unghia . Quando percepite un leggero fremito elettrico, saprete di aver trovato il punto corretto. Non scoraggiatevi se non lo trovate. Dovrebbe essere evidente per chi ha, naturalmente, un’aura più forte. Serve, a indirizzare il flusso di energia verso il terzo occhio. Questo mudra può essere utilizzato sempre durante la meditazione sul terzo occhio. Mantenete questa posizione durante tutta la meditazione.
3.    Inspirate attraverso il naso e, espirando, vibrate “Thoth”. Thoth è il Dio della Luna e quello che governa il 6° Chakra ed il terzo occhio, è la Luna stessa. Rilasciate lentamente il vostro respiro attraverso la bocca e vibrate : Th-th-th-th-oh-oh-oh-th-th-th in un lungo respiro. (vibratelo una sola volta per esalazione, come la respirazione Yoga).
Importante : mantenete sia la Th che la Oh in modo che suonino insieme, attraverso l’espirazione.
La lingua dovrebbe vibrare sui vostri denti. Può richiedere qualche istante, aggiustare il tono in maniera da sentire la vibrazione anche nel mezzo della vostra fronte, non preoccupatevi, continuate pure.
Cercate di ottenere la vibrazione corretta in modo da sentirla nel centro della fronte. Questo può richiedere alcuni tentativi, cercate di fare il meglio che potete. Potreste provare da 1 a anche 15 volte per trovare il tono corretto.third_eye 
4.    Fate questo 4 volte di fila e poi rilassatevi.
5.    Sedete, con la schiena dritta.
6.    Mettete le mani nella solita posizione. La mano destra dovrebbe fare un pugno intorno al vostro indice sinistro; per i mancini, la sinistra sul pollice destro. Il pollice dovrebbe premere sul lato dell’indice, dove termina l’unghia . Quando percepite un leggero fremito elettrico, saprete di aver trovato il punto corretto. Non scoraggiatevi se non lo trovate. Dovrebbe essere evidente per chi ha, naturalmente, un’aura più forte. Serve, a indirizzare il flusso di energia verso il terzo occhio. Questo mudra può essere utilizzato sempre durante la meditazione sul terzo occhio. Mantenete questa posizione durante tutta la meditazione.
7.    Inspirate attraverso il naso e, espirando, vibrate “Thoth”. Thoth è il Dio della Luna e quello che governa il 6° Chakra ed il terzo occhio, è la Luna stessa. Rilasciate lentamente il vostro respiro attraverso la bocca e vibrate : Th-th-th-th-oh-oh-oh-th-th-th in un lungo respiro. (vibratelo una sola volta per esalazione, come la respirazione Yoga).
Importante : mantenete sia la Th che la Oh in modo che suonino insieme, attraverso l’espirazione.
La lingua dovrebbe vibrare sui vostri denti. Può richiedere qualche istante, aggiustare il tono in maniera da sentire la vibrazione anche nel mezzo della vostra fronte, non preoccupatevi, continuate pure.
Cercate di ottenere la vibrazione corretta in modo da sentirla nel centro della fronte. Questo può richiedere alcuni tentativi, cercate di fare il meglio che potete. Potreste provare da 1 a anche 15 volte per trovare il tono corretto.
8.    Fate questo 4 volte di fila e poi rilassatevi.
9.   Adesso, allineate il vostro terzo occhio correttamente visualizzandolo con la punta, verso l’interno, faccia verso l’esterno, come nell’immagine. Il colore del terzo occhio è bianco brillante, come un sole in miniatura.
10.                     E’ molto importante che l’esercizio venga eseguito QUATTRO volte consecutive, una per giorno, preferibilmente a 24 ore di distanza. Dopo, è fatta, e avrete eseguito il primo passo per aprire e attivare il vostro terzo occhio.
11.                     Una volta finito, è importante meditare sul vostro terzo occhio per mantenere l’energia in circolazione.
Chiudete gli occhi, e “guardate “ il terzo occhio, nel centro della vostra fronte. E’ importante rilassarsi, e NON sforzare i muscoli dei vostri occhi, anche se i vostri occhi sono chiusi. All’inizio, normalmente c’è solo oscurità a seconda di quanto il vostro 3° occhio è attivo, poi possono esserci colori in movimento e forma, come guardando in un caleidoscopio. Così come guardando in uno specchio, progressivamente forme e colori lasceranno il posto a immagini, meditando per abbastanza tempo, e con regolarità.


Se per un'ora al giorno fissi una fiamma e pratichi questa tecnica per alcuni mesi, il tuo terzo occhio inizia a funzionare alla perfezione. Diventi più attento, più luminoso.
Rajneesh (Osho)

Se dunque il tuo occhio è singolo, tutto il tuo corpo sarà illuminato.
Matteo, 6, 22

Lo spazio tra i nostri due occhi (terzo occhio) non è uno spazio delimitato nel vostro corpo fisico. E' lo spazio infinito che è penetrato in voi. Una volta che questo spazio venga conosciuto, non sarete più la stessa persona.
Rajneesh (Osho)

Una via rapida e sicura che porta all'infinito è quella di tenere la propria attenzione fissa nel centro della Coscienza Cristica fra le sopracciglia.
Paramahansa Yogananda

Non si può veder l'anima mentre si gode degli oggetti dei sensi o si agisce mossi dall'attaccamento alle passioni, all'ignoranza o alla purezza. Solo coloro che hanno l'occhio della saggezza vedono.
Bhagavad Gita 15:10

 

Comments