Cosa resta di Notre Dame? Dalla gaffe di Trump ai messaggi di solidarietà dal mondo

Solidarietà da tutto il
mondo verso il popolo francese che, nella notte tra lunedì 15 aprile e martedì 16,
ha visto inghiottire dalle fiamme il simbolo della Francia e patrimonio
dell’Unesco
. Divampato alle 18.50 nel solaio della cattedrale gotica, dove
erano in corso lavori di ristrutturazione, l’incendio è stato domato solo in
tarda notte;
da ultime dichiarazioni di un portavoce dei vigili del fuoco
la situazione sembrerebbe essere sotto controllo. La procura di Parigi ha
aperto un’indagine per incendio colposo e la polizia sta concentrandosi
sull’ipotesi che il fuoco sia cominciato per via dei lavori di restauro.
Fortunatamente non tutto è andato perduto, salve e al sicuro le opere del
Tesoro
della cattedrale: la Sacra Corona di Spine, un pezzo
della Croce
 e un chiodo della Passione di Cristo.

In migliaia, turisti e cittadini, si sono uniti in preghiera e in canti appena fuori dalla “zona rossa” chiusa dalle forze dell’ordine. Da tutto il mondo i messaggi di solidarietà, le parole di Sergio Mattarella al presidente francese Emmanuel Macron: “Seguo con angoscia le notizie dell’incendio che sta devastando in queste ore la cattedrale di Notre Dame, tesoro storico che nei secoli ha custodito un eccezionale patrimonio artistico di immenso significato per la Francia, per l’Europa e per la cultura del mondo”. – continua – “In queste ore drammatiche l’Italia intera si stringe con sincera amicizia e vivissima partecipazione al popolo francese. Il nostro pensiero va a quanti in queste ore si stanno adoperando, a tutti i livelli, per domare le fiamme e preservare, nella misura del possibile, questo straordinario simbolo di Parigi. Le giungano, signor Presidente, le espressioni della solidarietà degli italiani tutti e mia personale”

Cosa si dice in Italia? Approfondiamo:

Notre Dame, cosa resta della Cattedrale dopo l’incendio. Il terribile incendio divampato nella Cattedrale di Notre Dame, a Parigi, lunedì 15 aprile, ha fatto crollare due terzi del tetto e la guglia di 45 metri. Una delle due torri è stata gravemente danneggiata e un vigile del fuoco è rimasto gravemente ferito. La struttura principale della Cattedrale, però, è stata salvata. Anche il rosone nord non è stato danneggiato in maniera significativa. Il rogo è stato domato attorno alle due di notte di martedì 16 aprile. Sedici statue sono scampate all’incendio poiché erano state rimosse dalla guglia l’11 aprile per lavori di ristrutturazione. Si trattava di statue che si trovavano nella guglia da 150 anni e che erano state temporaneamente trasferite. Continua a leggere…

Fonte: TPI.IT – Luca Serafini

La storia di Notre-Dame e perché è il simbolo della Francia. Notre-Dame de Paris, nostra signora di Parigi. La cattedrale
parigina divorata dalle fiamme nella sera del 15 aprile non è soltanto un
monumento simbolo della capitale francese, visitato solo nel 2017 da 12 milioni
di turisti: quattro milioni in più del Louvre e quasi il doppio rispetto alla
Torre Eiffel. È un capolavoro di fama globale che rappresenta la Francia e
l’Europa del mondo, epicentro di suggestioni artistiche e letterarie che
precedono la sua immagine. Eretta nel quarto arrondissementdella
città, arriva a 69 metri d’altezza con le sue torri ed è lunga 128 metri. La
sua costruzione è iniziata nel 1163 e terminata un secolo dopo, anche se
sarebbero state apportate diverse modifiche almeno fino alla seconda metà dei
XIV secolo. Ha una pianta a croce latina.  Continua
a leggere…

Fonte: ILSOLE24ORE.COM – Alb.Ma.

Parigi, incendio a Notre Dame: ecco perché non sono stati usati i canadair. “È così orribile vedere l’enorme incendio nella cattedrale di Parigi”, scrive il presidente americano. “Forse per spegnerlo potrebbero essere usati degli aerei antincendio. Bisogna agire in fretta!”.  Il messaggio di solidarietà su Twitter del Presidente americano Donald Trump con un suggerimento, da non seguire!
[…] Lanciare bombe d’acqua dall’alto, infatti, avrebbe potuto causare danni se possibile peggiori. “Rilasciare acqua da un aereo su questo tipo di edificio avrebbe potuto causare il crollo dell’intera struttura, ha scritto in un tweet la Protezione Civile francese dopo che in molti, guardando le fiamme che stanno devastando la cattedrale di Notre Dame, si sono chiesti perché i pompieri non abbiano fatto uso di canadair o elicotteri. Continua a leggere…

Fonte: ILFAROONLINE.IT

Fonte immagine copertina: MILANOFINANZA.IT

http://bit.ly/2IAwizK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.