Perché Amazon non ha distribuito l’ultimo film di Woody Allen

Amazon ha depositato in un tribunale di New York gli atti in cui risponde alla causa legale fattagli dal regista Woody Allen per non aver distribuito il suo ultimo filmA Rainy Day in New York, e per aver recisso senza valida ragione il contratto per 4 suoi film: Allen chiede un risarcimento di più di 68 milioni di dollari (quasi 60 milioni di euro). Amazon ha confermato che la ragione sono le nuove accuse di abusi sessuali contro Allen oltre a suoi commenti ambigui nei confronti del movimento femminista del #MeToo.

Amazon ha confermato che la ragione sono le nuove accuse di abusi sessuali contro Allen oltre a suoi commenti ambigui nei confronti del movimento femminista del #MeToo. Secondo l’accusa, Amazon avrebbe interrotto il contratto per via della vecchia storia di accuse di molestie fatte ad Allen dalla figlia adottiva Dylan Farrow: secondo Allen non sarebbe una «ragione sufficiente per chiudere il contratto» perché al momento della firma Amazon era a conoscenza della storia. Amazon ha invece mostrato di aver firmato il contratto nel 2017, due mesi prima dell’inizio di una nuova serie di polemiche contro Allen.

Continua a leggere su ILPOST.IT

Fonte immagine TGregione.it

Altri articoli su Woody Allen per approfondire

http://bit.ly/2uMTClH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.