Nuova Zelanda – 16.000 persone alla fattoria di Auckland per Holi e un festival vegetariano

Alcuni giorni fa, circa 16.000 persone si sono ritrovate a Nuova Varshana, la comunità rurale dell’ISKCON che si trova nei pressi di Auckland, in Nuova Zelanda, attratti dall’Hare Krishna Food Festival e da Krishna Holi.

Il Food Festival, un nuovo evento che sta attraendo sempre più persone alla cucina degli Hare Krishna, è cominciato sabato 9 febbraio con una bella giornata estiva. Molte tende bianche e blu, il palco e tante bandiere colorate erano sparse per tutta la fattoria. Si potevano scegliere molte specialità gastronomiche, tra cui il tali indiano, dei piatti asiatici e italiani, i dosa, la pizza, patatine fritte e altri snack e bevande, naturalmente tutte offerte al Signore. Mentre gli ospiti mangiavano tranquillamente nel prato, i devoti cantavano il mantra Hare Krishna sul palco e alcune giovane devote eseguivano delle danze Bharatanatyam.

Ogni mezz’ora venivano organizzate delle visite guidate; gli ospiti visitavano la sala del prasadam, la cucina nella quale i devoti stavano cucinando, la sala del tempio di Sri Sri Radha-Giridhari con il loro altare finemente decorato, le porte intarsiate, i grandi dipinti ad olio e le belle vetrate colorate nello stile dell’Orissa. Il Food Festival era solo al suo primo anno, ma nonostante sia stato pubblicizzato volutamente in modo limitato per valutarne l’impatto, sono arrivate dalle tre alle quattromila persone. Krishna Holi invece è ora al suo quarto anno, e ha attratto circa dodicimila persone. Il responsabile del tempio, Kalasamvara ha detto: “L’idea ci è venuta quando abbiamo visto il successo del festival di Holi organizzato da Charu Prabhu, al tempio di Spanish Fork nello stato dello Utah. Krishna Chandra Prabhu, uno dei membri del consiglio del tempio, ha presentato questa idea e io ho colto subito l’occasione. Da responsabile della comunità, faccio sempre una riunione con i devoti e il tema è ‘come far a far arrivare le persone alla fattoria Hare Krishna?’ Volevo mostrare ai Kiwi [un modo simpatico per chiamare gli abitanti della Nuova Zelanda – NdT] che non siamo così diversi da loro, e anche che ci si può divertire senza ubriacarsi.”

Organizzato da Krishna Chandra, il festival ad ingresso gratuito ha attratto un pubblico in gran parte occidentale, composto da famiglie e da giovani. Tra gli ospiti speciali c’erano un membro del parlamento, Michael Wood, i vigili del fuoco locali e dei membri delle forze dell’ordine, che hanno chiesto espressamente di partecipare.

Il presidente del tempio di Aukland, Kalasamvara das

Kalasamvara:”La prima volta che è arrivata la polizia, hanno scattato delle foto per l’alto commissario di Wellington, che le ha immediatamente postate nella homepage del loro web.”

Quest’anno, i festeggiamenti sono iniziati alle 10:30 di fronte allo spettacolare tempio di New Varshana con un’ora e mezzo di bhajan. A mezzogiorno, un gruppo di devoti Maori ha inaugurato Holi con una Haka, una danza cerimoniale della cultura Maori, sostituendo i tradizionali canti Maori con il maha-mantra Hare Krishna. Poi i parlamentari, i membri delle forze dell’ordine e i vigili del fuoco sono saliti sul palco per primi per il primo lancio dei colori. Mentre delle nuvole di polvere blu, verdi, rosse, gialle e rosa letteralmente esplodevano nell’aria, Bhadrasena Das e la sua rock band hanno cominciato a suonare e a cantare il mantra Hare Krishna adattato da alcune melodie classiche della musica rock. La folla si muoveva avanti e indietro e cantava, mentre sul palco i poliziotti sembravano essere i più entusiasti, e danzavano più che potevano. Ogni mezz’ora venivano spruzzati altri colori.

Oltre la musica rock, i gruppi di kirtan guidati da Trivikrama Das e Divya Govinda Das hanno anche intonato diverse preghiere con strumenti più tradizionali. Poi, con gli idranti, i vigili del fuoco hanno poi spruzzato dell’acqua colorata su tutti, mentre i bambini delle scuole locali eseguivano delle danze imparate a scuola. Le celebrazioni sono continuate fino circa le 17:00.

Il feedback è stato estremamente positivo. Polizia, vigili del fuoco e autorità locali sono rimasti contenti di essere venuti in contatto con la nostra comunità. Molte famiglie e giovani hanno detto che torneranno sicuramente l’anno prossimo e la pagina Facebook del festival era piena di commenti positivi. Una mamma ha detto: “Non avrei potuto pianificare un compleanno più bello per mio figlio!”. Kalasamvara pensa che sia un rompighiaccio perfetto, e Ramai Swami, un membro del GBC che ha partecipato al festival, ha notato che “Sono arrivate delle persone che altrimenti non sarebbero mai arrivate al tempio.”

Kalasamvara: L’evento viene chiamato Krishna Holi quindi quando arrivano gli ospiti si avvicinano a Krishna. Il tempio è aperto, vedono le Divinità, ascoltano il Santo Nome, gustano il prasadam e stanno insieme ai devoti. Durante il festival vengono organizzati dei tour guidati e spesso le persone rimangono così colpite dalla bellezza e dall’atmosfera del tempio che si commuovono. Srila Prabhupada ha detto che le persone dovrebbero venire al tempio e commuoversi.”

Grazie al Food Festival e a Holi, ora c’è un’intera pagina di Facebook con migliaia di seguaci che dicono di aver ricevuto un’ottima impressione degli Hare Krishna e vogliono saperne di più. “Abbiamo in programma di invitare di nuovo quelle persone per un evento di kirtan il ‘Sacred Sounds’, quando ci saranno Sri Prahlad e Madhava, e per altri festival.”

Kalasamvara cita una lettera di Srila Prabhupada scritta a Karandhara nel novembre del 1970: “Le opportunità per espandere il Movimento di Sankirtana sono illimitate. Dovremmo spremerci le meningi per trovare il modo migliore per presentare la coscienza di Krishna a persone particolari in un particolare momento e situazione.” Kalasamvara: “Quindi noi continuiamo a cercare di impegnarci per attrarre più persone nella nostra fattoria Hare Krishna”

The post Nuova Zelanda – 16.000 persone alla fattoria di Auckland per Holi e un festival vegetariano appeared first on VaisnavaLife.com.

https://ift.tt/2Vk5BSN

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.