Mandorle e datteri: i benefici della frutta secca a Natale

La frutta secca non manca mai sulla tavola delle festività natalizie. Può essere a guscio (anacardi, noci, nocciole, mandorle, pinoli, arachidi e pistacchi) o polposa (fichi, prugne, albicocche, uva passa e datteri). È buona, nutriente, ma richiede moderazione – essendo molto energetica – nelle porzioni consumate, fra una mano a carte e una tombolata.

È un alimento fondamentale nella dieta di sportivi e vegetariani: un vero integratore alimentare naturale. I dottori riuniti al congresso dell’American Heart Association hanno presentato alcuni studi che evidenziano come 30 grammi di frutta secca al giorno hanno effetti benefici sul corpo.

CONTINUA SU GREENSTYLE.IT

http://bit.ly/2RkdI3G

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.