Le piante che accendono la luce. Le ha attivate a Pontedera l’Iit

Fa buio, accendiamo le piante. Basta collegare una presa elettrica alla base del fusto per accendere dieci lampadine a led: l’equivalente di 150 volt. Barbara Mazzolai e il suo allievo tedesco Fabian Meder se ne sono accorti quasi per caso nella sede di Pontedera dell’Istituto Italiano di Tecnologia (Iit). Proprio nel laboratorio vicino Pisa Mazzolai coordina il Center for Micro-Bio Robotics, che studia robot ispirati alla natura. “Per caso ci siamo accorti che picchiettando su una foglia di oleandro si genera energia elettrica all’interno della pianta” racconta la ricercatrice. Queste correnti erano state notate in passato, ma il loro perché resta un mistero, così come il meccanismo esatto di trasmissione. “Abbiamo proceduto per tentativi, battendo sulle foglie di oleandro alla ricerca del materiale e della frequenza migliori” racconta ancora Mazzolai.

CONTINUA SU REPUBBLICA.IT

https://ift.tt/2CdAsKh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.