Immigrazione Immigrazione e sicurezza, Torino “sospende” il decreto Salvini

Chiesta la sospensione in via transitoria, fino alla conclusione dell’iter parlamentare, dell’applicazione del Decreto Legge Salvini e l’apertura di un confronto fra il Governo e le grandi città per valutare le ricadute concrete del provvedimento in termini economici, sociali e di sicurezza dei territori

Il Consiglio comunale di Torino dice no al “decreto immigrazione e sicurezza” di Matteo Salvini. Con 30 voti favorevoli e solo due contrario, la Sala Rossa ha approvato ieri un ordine del giorno presentato da Elide Tisi (Partito Democratico) sul decreto 113/2018, invitando la Giunta a chiedere al Ministero dell’Interno e al Governo di «sospendere in via transitoria fino alla conclusione dell’iter parlamentare» gli effetti dell’applicazione del Decreto Legge Salvini e ad aprire un confronto con Torino e con le altre grandi città per valutare le ricadute concrete del provvedimento in termini economici, sociali e di sicurezza dei territori.

CONTINUA A LEGGERE SU Vita.it

https://ift.tt/2JfaUhD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.