Se denunci ti licenzio

Molti di noi hanno visto il film “Erin Brockovich – Forte come la verità” in cui una intrepida Julia Roberts riesce a sconfiggere una multinazionale colpevole di aver intossicato una intera comunità.

Ora la cronaca ci propone un nuovo caso, questa volta reale. E, per ora, senza lieto fine.

Micaela Quintavalle, autista dell’Atac di Roma, ha denunciato i disservizi dell’azienda, famosa soprattutto perché gli autobus si incendiano con una frequenza record. Micaela ha fatto emergere che gli incendi non sono dovuti al caso né a gruppi di fantomatici sabotatori bensì alla cattiva manutenzione, all’utilizzo di pezzi di ricambio non adatti… e che gli autisti che segnalano le cause dei guasti sono mobbizzati dall’azienda.

Micaela per questo è stata prima sospesa dall’Atac per 128 giorni e poi licenziata “per aver danneggiato l’immagine e l’onorabilità dell’azienda”. Come i romani ben sanno, danneggiare l’immagine e l’onorabilità dell’Atac è impossibile, è già a livelli infimi. E questo episodio ne è un’ulteriore conferma: anziché far fronte alle magagne si licenzia chi le denuncia.

Magari qualcuno potrebbe pensare che Micaela abbia esagerato o che non abbia visto bene. Non è così: i periti nominati dalla Procura della Repubblica di Roma hanno dichiarato che gli incendi degli automezzi dell’Atac sono provocati dall’utilizzo di pezzi di ricambio non compatibili. Proprio come Micaela ha denunciato.

Ora aspettiamo con fiducia che un giudice (che magari ha visto Erin Brockovic) si ispiri al film e faccia trionfare la giustizia. Serve un segnale perché non resti impunito chi dice “se denunci ti licenzio”.

Fonte imm: TgCom24

Approfondimento
Denunciò a Le Iene i rischi dei bus Atac: licenziata l’autista | VIDEO

https://ift.tt/2xI0zq1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.