Una rivoluzione online

“Ci concentriamo su come cambiare quello che è all’esterno, quando in effetti ciò che bisogna fare è un cambiamento interiore, un cambiamento che scaturisce dal mondo invisibile, che è eterno.”

Sul suo canale di Youtube, Invisible World, Ganeshyam aumenta il ritmo delle parole e lo trasforma da poetico dialogo a un dinamico flusso di arte hip-hop.

“La Bhagavad-gita dice che quando ci concentriamo su qualcosa di più profondo, in un traguardo più elevato, nel senso più profondo della vita, allora possiamo influenzare lo spazio esterno.”  Le immagini coloratissime scorrono veloci insieme al ritmo intenso della musica e si crea un’entusiasmo che fa venir voglia di saltare, di stringere i pugni e urlare: “Posso farcela!”

Ganashyam, 28 anni [ora 30], Digital Consultant, è un indiano nato in Gran Bretagna elegante e di bell’aspetto, con gli occhi che brillano di vitalità. I suoi colleghi lo chiamano Jay Shetty e sotto la sua elegante dinamicità  si nota un’evidente calma interiore, simile a quella di un monaco.

Potrebbe essere così perché è stato un monaco, che ancora assapora e sostiene i valori morali di quel richiamo spirituale.

Quando ha vissuto per tre anni nell’ashram del Bhaktivedanta Manor, poco fuori Londra, Ghanashyam e un gruppo di “monaci urbani” hanno cercato di presentare la coscienza di Krishna alla ‘Apple Generation’ con i blog, i social media, dei video e delle presentazioni nelle università.

Quando nel gennaio 2013 ha deciso di uscire dalla vita monacale e si è fidanzato, ha iniziato a lavorare presso la società di consulenza Accenture, ed è rimasto entusiasta per le possibilità che gli si sono presentate.”Mi interessava molto capire come presentare la nostra filosofia  in tutti i modi possibili nei settori aziendali, una possibilità che non avevo mai esplorato prima.”

Ghanashyam si è gettato nell’impresa. Dalla Harvard Business Review ha letto degli effetti della meditazione sul cervello. Ha studiato la coscienza e l’insegnamento della meditazione presso la London School of Meditation. Poi ha condiviso le sue esperienze da monaco e ha ottenuto la capacità di insegnare quello che aveva imparato.

Non si aspettava quello che poi è successo. “Perché non fai una presentazione al nostro prossimo convegno, quest’estate?”,  gli ha chiesto il suo capo. E così, il diciottenne Ghanashyam si è subito ritrovato a parlare davanti a 1.000 consulenti al Twickenham Rugby Stadium della sua introduzione alla meditazione sul mantra e su come gli antichi insegnamenti della Bhagavad-gita siano di rilievo nel mondo di oggi.

Da allora, Ghanashyam Priya ha parlato in oltre 15 importanti compagnie, tra cui Nasdaq, BBC, Lloyds Bank, Royal Bank of Scotland, Bank of England e London School of Economics. Ai suoi seminari partecipano da 500 a 1.000 persone alla volta, e vengono tenuti in sedi come la ExCel Arena e il quartier generale di Google a Londra. Inoltre organizza regolarmente workshops per piccoli gruppi e presentazioni speciali a gruppi di direttori e altri dirigenti aziendali. Tutti i suoi insegnamenti sono tratti dai testi della coscienza di Krishna, e aiutano le persone del mondo del lavoro a sentirsi in sintonia con essi e ad applicarli nella loro vita.

“Parlo di benessere alle persone di oggi che sono sempre prese da mille attività, spiego come i principi della Bhagavad-gita possono aiutarci a vivere una vita molto più equilibrata, a controllare le mente e a sviluppare delle abitudini migliori in un mondo in cui siamo sempre tesi e distratti.

“Ho chiamato quello che faccio On Purpose (‘di proposito’), e aiuta le persone a scoprire i loro traguardi e a capire le loro abilità lavorative basandosi sul sistema del Varnashrama. Parlo del Karma e di come possiamo ridefinire il nostro destino se prendiamo coscienza delle nostre azioni. Insegno una leadership basata sul Mahabharata e di come i fratelli Pandava rappresentino diversi aspetti della leadership, e spiego il processo decisionale basato sulle influenze della natura come sono descritte nella Bhagavad-gita“.

Ghanashyam insegna anche come gestire le crisi collegando il dilemma di Arjuna che viene descritto nel primo capitolo della Bhagavad-gita ai dilemmi delle persone del mondo del lavoro. “Spiego che Arjuna è il più potente e il più abile arciere, ha molti amici e alleati e potrebbe avere tutto quello che vuole, ma nella sua vita ci sono ancora dei dilemmi da superare e che mettono in dubbio la sua intera esistenza. Poi guido le persone ad individuare quei dilemmi e mostro loro che gli insegnamenti di Krishna ad Arjuna possono aiutare anche loro.
Questi insegnamenti includono le istruzioni del Signore dal capitolo sei della Gita che spiegano che la mente può essere la nostra miglior amica o la nostra peggior nemica. Solo che io non utilizzo il termine ‘nemica’, dico che la mente può influenzarti nel modo più positivo oppure negativamente.”

Ghanashyam insegna tutto questo con delle analogie pratiche, degli workshop interattivi, con esercizi di autoriflessione e con attività di gruppo. Il risultato è che il settantacinque per cento del suo pubblico desidera saperne di più sulla consapevolezza e la meditazione. Del restante venticinque per cento, il quindici percento diventa estremamente interessato e desidera partecipare a un evento di follow-up, mentre il dieci per cento arriva ad esplorare direttamente la coscienza di Krishna.

In India, Ghanashyam ha rilasciato un’intervista a ISKCON News e ha accompagnato venti dirigenti aziendali, inclusi proprietari di compagnie, a un ritiro spirituale con Radhanath Swami all’Eco-villaggio Govardhana, e la maggior parte di loro non erano indo-britannici come lui, ma occidentali. “Ogni giorno [mentre siamo là] cantiamo Hare Krishna, adoriamo le Divinità, facciamo tutto”.

Ghanashyam non sta cercando di “reclutare” queste persone. “Sono miei amici, sono persone che mi piacciono davvero e persone che avevano già grandi valori morali prima di incontrarmi, quindi non li sto cambiando, li sto solo collegando con qualcosa di più elevato e a cui sono aperti.”

Nel 2017 Ghanashyam iniziava la sua avventura, un canale YouTube motivazionale con la speranza di raggiungere un pubblico più vasto, al di là del mondo aziendale, per riuscire a diventare un’alternativa basata sulla Gita delle star di Youtube come Prince EA, i cui video lo scorso anno hanno attratto fino a 15 milioni di spettatori e Gary Turk, che con il suo Look Up ha raggiunto 55 milioni di visite.

Lanciato il 3 gennaio 2016 e soprannominato Invisible World, [ora Weekly Wisdom] il nuovo canale mirava a esplorare il fatto che è quel “mondo invisibile” fatto di anima, pensieri, amore e fiducia che influenza veramente le nostre vite e decide il modo in cui siamo, non quale auto guidiamo o in quale casa viviamo.
Ogni settimana veniva aggiunto un video su temi ispirati dalla Bhagavad-gita e Ghanashyam sperava suscitare una conversazione con il suo pubblico e insieme motivarlo e ispirarlo. Per mantenere l’attenzione delle persone ogni video durava non più di tre minuti.

Il primo video spiegava come mai i desideri che esprimiamo a Capodanno non si avverano e che la Gita può aiutarci a costruire delle nuove abitudini molto positive e a cambiare il modo in cui viviamo.
Il secondo, “Fa in modo di essere il cambiamento che vuoi vedere nel mondo”, descriveva i paradossi del mondo: la tecnologia ci avvicina ma ci allontana gli uni dagli altri; abbiamo grandi autostrade ma punti di vista sempre più ristretti; abbiamo più lauree, ma sempre meno soluzioni, e suggerisce come possiamo diventare strumenti di Dio e cambiare il mondo.

Nella prima settimana il primo video da zero è già arrivato a oltre 8.000 visualizzazioni, ed è stato condiviso più di 500 volte su Facebook, e twittato dai membri del grande pubblico con commenti come “Il modo perfetto per iniziare il primo giorno dell’anno e in effetti ogni giorno”, “Un video molto stimolante” e “Veramente potente e presentato in modo brillante”

I suoi video sono anche estremamente popolari tra i giovani devoti della ISKCON. Ganeshyam: “Adesso dalle nostre case possiamo connetterci online con tutto il mondo. Oggi le persone che hanno l’impatto più globale lo stanno facendo online. Ci sono dei bambini che non hanno titoli, influenza o denaro e stanno conquistando il mondo con un canale Youtube. Così ho pensato, “perché non provare”? Possiamo connettere le persone da tutto il mondo alla coscienza di Krishna e iniziare una rivoluzione online! “

Per sottoscrivere al canale Youtube Weekly Wisdom che raggiunge più di 1.104.000 visite, seguite il link: https://www.youtube.com/channel/UCbV60AGIHKz2xIGvbk0LLvg

(from iskcondesiretree.com)

The post Una rivoluzione online appeared first on VaisnavaLife.com.

https://ift.tt/2Dkzka1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.