LA VITA È UNA BARZELLETTA

11/09/2018
 77 # La vita è una barzelletta
“Siete tutti delle barzellette a voi stessi.
Sii una barzelletta a te stesso e sarai una benedizione per
tutti.
Forse questo è il primo luogo al mondo dove vengono usate
le barzellette per la crescita spirituale.”
Amato Osho.
seduto di fronte a noi, che cosa vedi? Tutte le tue barzellette le trovi mentre
ci guardi?
Hai ragione! Devo confessarlo: quando vi guardo, cos’altro potrei trovare?
Siete tutti delle barzellette a voi stessi!
L’ultima affermazione di Gautama il Buddha è stata: “Sii una luce a te
stesso”. Quando lascerò il corpo, ricordatemi per favore di fare la mia ultima
affermazione: “Sii una barzelletta a te stesso”. È una cosa molto più gioiosa
che essere una luce a se stessi. Cosa puoi fare con una lampada? Accendere
un sigaro, oppure bruciare la casa di qualcuno.
Se invece sei una barzelletta a te stesso, sarai una benedizione per tutti.
Hai ragione, questo è il modo in cui trovo le barzellette: guardandovi. Perciò
state attenti, quando vi guardo, sto cercando una barzelletta!
Un vecchio indiano era pacificamente seduto in un bar del Far West,
quando entrò un giovane sporco e puzzolente che iniziò a bere a tutto spiano
e a insultare i presenti. Nel giro di pochi muniti, tutti gli avventori lasciarono
il bar disgustati, tranne il vecchio indiano che invece osservava l’hippy con

interesse.
L’hippy allora andò verso di lui dicendogli: “Ehi, perché diavolo mi stai
fissando?”.
“Molti anni fa sono stato arrestato per aver fatto l’amore con un bisonte”
rispose il vecchio. “Mi stavo chiedendo se per caso fossi mio figlio.”
Vedo i vostri guai e, veramente… li prendo sul serio, ma dentro di me ne
rido. Per non offendervi parlo con voi dei vostri problemi – che sono del tutto
senza senso… ma non ditelo a nessuno!
Una volta c’era un uomo che aveva tutto ciò che un uomo possa
desiderare: un lavoro meraviglioso, una moglie meravigliosa e dei bambini
meravigliosi, ma un giorno iniziò a vedere delle macchie scure davanti agli
occhi.
All’inizio provò a ignorarle, ma peggioravano. Così alla fine si fece
visitare. Il dottore lo esaminò senza trovare niente di strano, per cui lo mandò
da uno specialista, un neurochirurgo, che lo esaminò a fondo e gli fece fare
parecchi test.
Anche lui non trovò niente ma gli disse: “Ho già visto casi come questo.
Spesso è implicata una pressione sul cervello che di solito porta alla morte
nel giro di sei mesi”.
L’uomo era sconvolto, ma decise che se aveva così poco tempo per
vivere, si sarebbe divertito e avrebbe fatto tutto ciò che voleva.
Quell’uomo amava i bei vestiti, perciò andò dal miglior sarto della città e
gli disse: “Dammi le migliori camicie che hai in negozio, taglia di collo
quattordici”.
Il sarto disse: “Taglia quattordici? Lei non ha la taglia quattordici. Ha la
quindici!”.
“Saprò bene che taglia ho” lo rimbrottò l’uomo. “Sono anni che porto la
quattordici.”

“Allora di certo vedrà delle macchie scure davanti agli occhi!”
Guardandovi, posso solo gioire. Così tante barzellette tutt’intorno! Forse
questo è il primo luogo al mondo dove vengono usate le barzellette per la
crescita spirituale…
E non potreste essere altrimenti… a meno di non diventare illuminati!
Solo nella vita delle persone illuminate non c’è niente di cui burlarsi. Ma
nell’ignoranza e nell’incosapevolezza, qualunque cosa tu faccia è in qualche
modo comica.
Le tue battaglie, i tuoi innamoramenti, i tuoi matrimoni, i tuoi divorzi…
Se inizi a guardare il tuo comportamento, te ne accorgi: “Mio dio. Tutta la
mia vita è una barzelletta!”.
È sarà una grande rivelazione… molto più grande della rivelazione di dio,
perché anche quella non è altro che una barzelletta.
Osho: The Great Pilgrimage: From here to here, CAP. 2


Source: Arancione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.