RELAZIONE

62 # Relazione
“Ecco perché le persone continuano ad avere rapporti
occasionali: non vogliono andare in profondità.
Solo mordi e fuggi, giusto toccare la superficie e scappare
prima che qualcosa diventi un legame.
Non avere paura; va’ in profondità.
Più ti rilassi, più possibilità hai di entrare in una relazione
intensamente.
Va’ più in profondità; non c’è nessuno a ostacolare il
percorso.”
Amato Osho,
sto con una ragazza e la cosa mi spaventa. Ho paura di perderla… e questo
mi impedisce di avere una relazione profonda. Forse la mia paura è quella di
stare da solo, o qualcosa del genere…
No, non avere paura; va’ in profondità. Più ti rilassi, più possibilità hai di
entrare in una relazione intensamente. Di fatto, chi entra in una relazione sei
tu. Se non sei presente, se il tuo essere è teso, storpiato, preoccupato e
frammentato, chi potrà andare in profondità?
A causa della nostra frammentazione ci sentiamo spaventati nell’entrare
intensamente in una relazione, ad addentrarci nei livelli più profondi, perché
sappiamo che la nostra reale condizione diverrebbe manifesta.
In una relazione devi aprire il tuo cuore, e il tuo cuore non è altro che
frammenti. In te non c’è un uomo soltanto – sei una folla. Se veramente ami
una donna e le apri il tuo cuore, penserà che sei una moltitudine, non una

persona; la vera paura è questa.
Ecco perché le persone continuano ad avere rapporti occasionali: non
vogliono andare in profondità. Solo mordi e fuggi, giusto toccare la superficie
e scappare prima che qualcosa diventi un legame. Ma così puoi fare soltanto
del sesso, e anche quello immiserito, superficiale. A incontrarsi sarebbero
unicamente le circonferenze, non sarebbe amore… forse giusto un sollievo
per il corpo, una catarsi, ma niente di più.
Avverti quella paura perché vorresti andare più in profondità, non perché
temi di perdere quella ragazza.
Hai paura ed esiti…
Possiamo continuare a indossare le nostre maschere se la relazione non è
molto stretta, non è molto intima – in quei casi la facciata che mostriamo in
società funziona a meraviglia; quando sorridi non sei veramente tu a farlo, è
soltanto la maschera a sorridere. Ma se vuoi veramente andare in profondità,
sappi che ci sono dei pericoli. Dovrai avventurarti nudo – e nudo significa
con tutti i tuoi problemi interiori visibili all’altro. Quando non hai
un’immagine, la tua realtà è esposta, vulnerabile, e questo suscita paura.
Ma continui a ingannare te stesso e dici che non è questo a spaventarti,
dici che hai paura che la ragazza ti abbandoni… No, non è questa la vera
paura. In realtà tu vorresti che lei ti lasciasse, così non avresti il problema di
dover avventurarti nelle profondità della relazione.
Va’ più in profondità; non c’è nessuno a ostacolare il percorso. Se sei
presente a te stesso, troverai sempre qualcuno da amare. Se non sei presente,
qualcos’altro di te lo sarà, ma sarà soltanto la tua presenza fisica, e non
servirà a niente perché sarai solo.
Osserva le coppie sposate da anni; vivono una vita solitaria, e vivono in
solitudine. Non sono mai state veramente insieme e hanno imparato ogni
sorta di trucchi per evitarsi a vicenda, per sfuggire l’uno all’altra. Il marito

dice: “Ti amo”, e bacia la moglie o quant’altro, ma sono solo tattiche per
restare in superficie, per non andare in profondità.
Non aver paura… semplicemente buttati!
 
Osho: Above All Don’t Wobble, CAP. 7


Source: Arancione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.