Mese: Luglio 2018

Involtini dell’orto in salsa di pomodoro

(per circa 20 involtini)

Lakshmi devi dasi

L’estate scorsa è stata fredda e piovosa e in giardino  prima di luglio non c’era niente da raccogliere. Ma quest’anno il giardino è una giungla! Da fine aprile ha prodotto insalata, spinaci, cime di rapa e barbabietole e ormai ho già piantato per la seconda volta carote, rapanelli bianchi e bietole.

INGREDIENTI

20 foglie verdi (bietole, cime di rapa, foglie di zucchine ecc.)

 

Per la salsa di pomodoro:

1-2 cucchiai di ghi

1 cucchiaino di zenzero sbucciato e grattugiato finemente (spremete il succo e mettetelo da parte)

1/2 cucchiaino di semi di mostarda nera

1 cucchiaino di semi di cumino

1/4 di cucchiaino di polvere

4 pomodori pelati e tagliati a pezzetti

2 cucchiaini di coriandolo macinato

1/4 – 1/2 cucchiaino di cannella in polvere

1/2 cucchiaino di pepe di cayenna macinato

1 cucchiaino di sale rosa

1 cucchiaino di sale nero

(il succo dello zenzero)

125 gr. di ricotta

 

Per il ripieno:

2-3 cucchiai di burro

1/4 di cucchiaino di asafetida

1 cucchiaino di pepe nero macinato

1/2 cucchiaino di noce moscata

500 ml. di verdure tritate (bietole, spinaci, punte di rapa, verdure selvatiche come ortica o altre erbe di campo)

125 ml. di quinoa cotta

125 ml. di lenticchie cotte

125 ml. di pinoli tostati (o di anacardi tostati e tritati)

125 gr. di ricotta

1 cucchiaino di sale rosa

 

Per la cottura:

Olio extarvergine di oliva

Parmigiano (facoltativo)

 

PROCEDIMENTO

Preriscaldate il forno a 225 ° C

Lavate le foglie e tagliatene i gambi (tritate i gambi da utilizzare per il ripieno). Immergete le foglie in acqua bollente per un minuto per sbollentarle. Poi toglietele dall’acqua e stendetele su un asciugamano pulito per farle asciugare.

Riscaldate il burro chiarificato in un piccolo wok o in padella finché è caldo, ma ancora non fuma. Fate soffriggere lo zenzero fino a quando non diventa dorato e mettetelo da parte prima di aggiungere la mostarda nera. Quando i semi di mostarda scoppiettano, aggiungete il cumino e l’asafetida. Aggiungete i pomodori e cuoceteli a fuoco medio fino a quando  si sfaldano.

Unite il coriandolo, la cannella, il pepe di cayenna, il kala namak e il sale. Togliete la salsa dal fuoco e aggiungere il succo di zenzero (che avrete messo da parte) e la ricotta. Versate la salsa in una pirofila.

Mentre i pomodori cuociono, fate sciogliere il burro sulla padella a fuoco medio. Fate soffriggere nel burro l’asafetida, il pepe nero e la noce moscata. Mescolate le spezie una o due volte e aggiungete le verdure e i gambi tagliati. Fai soffriggere le verdure per un paio di minuti finché non appassiscono.

Togliete le verdure dal fuoco e unitele con la quinoa e le lenticchie cotte, i pinoli o gli anacardi tostati, la ricotta e il sale.

Mescolate bene e mettete una piccola porzione di ripieno sulla parte più larga di una foglia. Piegate i lati della foglia sulla parte superiore del ripieno e arrotolatelo. Disponete gli involtini nella salsa di pomodoro, con la chiusura rivolta verso il basso. Disponete nello stesso modo le altre foglie ripiene.

Cospargete gli involtini con olio d’oliva e, a piacere, con parmigiano grattugiato.

Cuocete gli involtini in forno per 15-20 minuti, fino a quando la parte superiore degli involtini diventi dorata.

Ecco un trucco per non fare diventare poltiglia sia la quinoa che le lenticchie:

Cuocere una parte di quinoa e una parte di lenticchie separatamente con due parti di acqua.
Lakshmi dasi

(dal sito purevege.com)

The post Involtini dell’orto in salsa di pomodoro appeared first on VaisnavaLife.com.

https://ift.tt/2LHNINp

Sono sentimenti di amore?

Caro Grihastha Coach,

Ho una domanda alla quale spero voi siate in grado di rispondere.

Come fa una persona a sapere se cio’ che prova sono sentimenti di amore? Prima in un articolo avete scritto dell’infatuazione, la mia domanda riguarda specificamente l’amore.

Cordiali saluti,

Voglia Di Sapere

————————————————–

Carissima Voglia Di Sapere,

La tua domanda,”Come faccio a sapere se è amore?”, è importante per molte persone. Vediamo di esaminare questo aspetto dell’amore nelle nostre relazioni. Il fondamento per comprendere il principio dell’amore è rendersi conto che Krishna, Dio, è l’Amore Personificato. Quando proviamo dell’amore vero, essenzialmente stiamo vivendo la sostanza di Dio. Quindi il vero amore non può mai essere sconnesso da Dio.

Ecco alcune verità generali sull’amore: quando è amore, ci sentiamo meglio con noi stessi; siamo amabili, fiduciosi e ci sentiamo meritevoli. Quando siamo amati, ci sentiamo al sicuro. Quindi in una relazione, se ci sentiamo insicuri, probabilmente non è vero amore.

E poiché l’amore, soprattutto in un matrimonio o in una relazione prematrimoniale, dovrebbe essere reciproco, entrambe le persone dovrebbero sentirsi amate e apprezzate. Se non è reciproco, e reciprocamente vantaggioso, allora è come una vecchia canzone che diceva: “Ho trovato l’amore in una strada a doppio senso, ma l’ho perso su un’autostrada solitaria.”

Se sei in una relazione matrimoniale o prematrimoniale fai il mini test qui di seguito:

Si o no?

  1. Pensi di poterti fidare o poter dipendere dal tuo coniuge/compagno?
  2. Pensi che il tuo coniuge possa fidarsi o dipendere da te?
  3. Vi sentite amici?
  4. Senza il tuo coniuge/compagno preferireste morire?
  5. Il tuo coniuge/compagno è l’unica persona che può renderti felice?
  6. La maggior parte dei problemi nella tua relazione sono dovuti alla mancanza di buon senso e alla mancanza di comprensione del tuo coniuge?
  7. Sei onesto con il tuo coniuge?
  8. Il coniuge è onesto con te?
  9. Parli apertamente e onestamente dei tuoi sentimenti e delle tue preoccupazioni?
  10. Sei pronto a perdonare dei suoi errori?
  11. Il tuo coniuge perdona i tuoi errori?
  12. Hai paura del tuo coniuge?
  13. Il tuo coniuge ha paura di te?
  14. Il tuo coniuge ti ha mai abbandonato in un luogo o in una situazione poco sicura?
  15. Hai mai abbandonato il coniuge in un luogo o in una situazione poco sicura?
  16. Hai mai umiliato il tuo coniuge/compagno?
  17. Il tuo coniuge ti umilia mai?
  18. Esprimi la collera in modo equilibrato?
  19. Pensi di dover dimostrare costantemente il tuo amore?
  20. Il tuo coniuge ti tocca in modi che non ti fanno sentire a tuo agio?

Gli esperti in ambito matrimoniale e famigliare hanno scoperto che l’amore è dimostrato quando rispondete di sì ai numeri 1, 2, 3, 7, 8, 9, 10, 11 e 18. E quando rispondete no a 4 , 5, 6, 12, 13, 14, 15, 17, 19, 20.

Dobbiamo aggiungere una domanda molto importante a questa lista che ha tanto a che fare con l’inizio e il mantenimento di una relazione duratura e felice: esiste una base spirituale o fondata su principi su cui entrambi siete d’accordo? Riconoscete e praticate entrambi uno stile di vita cosciente di Dio? La risposta a questa domanda dovrebbe essere un grandissimo, sì!

Non importa chi siete  o dove vivete, in tutti i casi, delle relazioni d’amore sincere sono caratterizzate da una sana comunicazione, dall’onestà, dal rispetto, dall’amicizia, dalla fiducia, dal perdono, dall’apprezzamento e dalla compassione.

Speriamo di averti potuto dare un aiuto

Tuo,

Grihastha Coach

(dal sito Vaisnava Family Resources)

The post Sono sentimenti di amore? appeared first on VaisnavaLife.com.

https://ift.tt/2Ap9fp3