Non credere negli specchi, credi nella realtà!

09/06/2018
 Risultati immagini per Non credere negli specchi, credi nella realtà!
Ecco quanto accadde un giorno:
Un anziano ecclesiastico consigliò a un uomo politico di uscire sotto
la pioggia e di levare il capo al cielo. “Questo le porterà una rivelazione”
promise.
Il giorno seguente l’uomo politico ritornò: “Ho seguito il suo
consiglio” disse. “L’acqua mi è piovuta fin dentro il collo e mi sono
sentito uno sciocco.”
“Bene” disse l’anziano ecclesiastico “per essere il primo tentativo,
non pensa che sia già una notevole rivelazione?”
Se riesci a comprendere la tua stupidità, è già una notevole
rivelazione: lo è, perché è a partire da quel punto che ha inizio un viaggio.
Un uomo costantemente preoccupato dall’impressione che desta agli
occhi altrui, e di come lo specchio possa riflettere la sua immagine, è uno
sciocco, perché sta sprecando una grande occasione che renderebbe
possibili esperienze straordinarie. Purtroppo egli non ha compiuto il
primo passo, temendo di apparire uno sciocco. Non temere la stupidità,
altrimenti rimarrai uno sciocco.
Un giorno o l’altro dovrai riconoscere che fino a quel momento hai
vissuto in una profonda stupidità. Se continuerai a vivere in quel modo,
attraverso specchi, riflessi, opinioni altrui, col tempo smarrirai la tua
individualità, diverrai parte della massa e perderai la tua anima. In quel
caso non sarai un individuo autentico.
Il termine “massa” deriva da una radice latina: massa indica qualcosa
che può essere modellato, rimescolato. Quando affermo che diventerete
una massa, intendo dire che sarete costantemente modellati e manipolati
da altri; se permetterete che questo avvenga, ne sarete corresponsabili. Vi
assoggettate a ogni sorta di guai per arrivare a far parte della massa, della
moltitudine, perché, da soli, smarrite la vostra identità. Tutta la vostra
identità è determinata dalla folla.
Aspirare alla conoscenza di sé indica che sei giunto a comprendere
una cosa: la necessità di conoscere te stesso immediatamente,
direttamente e non attraverso gli altri, né tramite loro. Non c’è alcun
bisogno di interrogare nessuno; com’è stupido chiedere a qualcuno: “Chi
sono io?”. Come potresti ricevere una risposta da qualcun altro? Come
potrebbe rispondere? Entra in te stesso. Penetra nella tua stessa energia.
Assaporane il gusto e dissolviti in quella fragranza.
Una volta che avrai compreso di dover cercare la tua identità dentro di
te, in completa solitudine, comincerai a liberarti dalla massa, dalla
moltitudine. È nata l’individualità, stai diventando un individuo, un essere
unico.
E ricorda, quando dico “individuo” non intendo dire un egoista. Un
egoista è sempre dalla parte della massa; l’ego è la somma di tutte le
opinioni che hai via via raccolto dagli altri sul tuo conto, pertanto è molto
contraddittorio. Talvolta afferma che non sei bello, bensì molto brutto;
talaltra ti dirà che sei molto bello, davvero incantevole; oppure qualche
altra volta ti dirà che sei uno sciocco e un’altra ancora che sei un uomo
saggio: questo perché in un’infinità di situazioni sono state dette così
tante cose sul tuo conto e tu le hai raccolte tutte.
L’ego è sempre in difficoltà. Si tratta di un’entità falsa: sembra
esistere, invece non esiste affatto.
Quando diventi un individuo… il termine è perfetto: significa
“indivisibile”. Individuo è qualcuno che non può essere diviso, che non è
soggetto ad alcuna frantumazione, che non può essere due, non può essere
duale, non può essere una moltitudine.
Se si tratta di qualcuno assolutamente integro, senza alcuna divisione,
allora si tratta di un individuo. Tutto questo non ha niente a che fare con
l’ego, che rappresenta una barriera nei confronti dell’individualità, perché
l’ego è sempre diviso, al punto che molte volte quando una persona viene
da me, chiedo: “Sei felice?”. Segue un’alzata di spalle, allora chiedo di
nuovo: “Sei infelice?”. Ancora un’alzata di spalle.
Le persone non hanno un’idea precisa sulle proprie condizioni di
spirito, perché dentro di loro coesistono molti stati d’animo: gradirebbero
rispondere sì e no a ogni domanda.
Osho The Search, CAP. 4


Source: Arancione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.