Le ricette di Angela Labellarte: alici con calendule

Ingredienti

Alici pulite 300 gr (500 gr lordo)
Pangrattato 100 gr
Finocchio selvatico 1 cucchiaio
Calendule 4 + 1 per decorare
Limone non trattato 1
Sale 1 pizzico
Olio 5 cucchiai

Preparazione

In una ciotola mescolate il pangrattato, il finocchio selvatico, i petali di 4 calendule, la buccia grattugiata di un limone, un pizzico di sale e 5 cucchiai di olio.

Mescolate tutti gli ingredienti e impanate le alici.

Disponetele in una pirofila e infornate a 220º C per 10 minuti.

Servite in un piatto da portata, in alternativa lasciatele nella pirofila, e decorate con calendule.

http://bit.ly/2ZBir24

In Olanda, l’impianto fotovoltaico flottante che segue il sole come i girasoli

L’Olanda costruirà il più grande arcipelago fotovoltaico flottante al mondo: i moduli installati nel progetto Floating Solar saranno capaci di ruotare seguendo lo spostamento del sole,esattamente come i girasoli, uno dei fiori più caratteristici del Paesi Bassi.

Il sito sorgerà nella riserva naturale di Andijk, nel Nord dell’Olanda, e sarà composto da 15 isolotti, per un totale di 73.500 moduli fotovoltaici. Il progetto prenderà il via appena conclusa la stagione delle migrazioni degli uccelli acquatici con la costruzione dei primi 3 isolotti, ognuno dei quali avrà un diametro di 140 metri. Il termine della prima fase dei lavori è previsto per novembre 2019.

Una volta completato, l’arcipelago fotovoltaico galleggiante dovrebbe produrre energia elettrica per almeno 10 mila abitazioni: un raggiungimento ottenuto grazie allo speciale meccanismo che permette ai pannelli installati di seguire il corso del sole da est a ovest, come i girasoli. Ogni isolotto verrà collegato a 3 boe di ancoraggio che, tramite un cavo, faranno roteare il complesso di moduli fotovoltaici: un semplice espediente che permetterà la “cattura” del 30% di raggi solari in più rispetto ai tradizionali moduli statici.

Continua a leggere su RINNOVABILI.IT

http://bit.ly/2GLTl8f

In Olanda, l’impianto fotovoltaico flottante che segue il sole come i girasoli

L’Olanda costruirà il più grande arcipelago fotovoltaico flottante al mondo: i moduli installati nel progetto Floating Solar saranno capaci di ruotare seguendo lo spostamento del sole,esattamente come i girasoli, uno dei fiori più caratteristici del Paesi Bassi.

Il sito sorgerà nella riserva naturale di Andijk, nel Nord dell’Olanda, e sarà composto da 15 isolotti, per un totale di 73.500 moduli fotovoltaici. Il progetto prenderà il via appena conclusa la stagione delle migrazioni degli uccelli acquatici con la costruzione dei primi 3 isolotti, ognuno dei quali avrà un diametro di 140 metri. Il termine della prima fase dei lavori è previsto per novembre 2019.

Una volta completato, l’arcipelago fotovoltaico galleggiante dovrebbe produrre energia elettrica per almeno 10 mila abitazioni: un raggiungimento ottenuto grazie allo speciale meccanismo che permette ai pannelli installati di seguire il corso del sole da est a ovest, come i girasoli. Ogni isolotto verrà collegato a 3 boe di ancoraggio che, tramite un cavo, faranno roteare il complesso di moduli fotovoltaici: un semplice espediente che permetterà la “cattura” del 30% di raggi solari in più rispetto ai tradizionali moduli statici.

Continua a leggere su RINNOVABILI.IT

http://bit.ly/2GLTl8f

In Olanda, l’impianto fotovoltaico flottante che segue il sole come i girasoli

L’Olanda costruirà il più grande arcipelago fotovoltaico flottante al mondo: i moduli installati nel progetto Floating Solar saranno capaci di ruotare seguendo lo spostamento del sole,esattamente come i girasoli, uno dei fiori più caratteristici del Paesi Bassi.

Il sito sorgerà nella riserva naturale di Andijk, nel Nord dell’Olanda, e sarà composto da 15 isolotti, per un totale di 73.500 moduli fotovoltaici. Il progetto prenderà il via appena conclusa la stagione delle migrazioni degli uccelli acquatici con la costruzione dei primi 3 isolotti, ognuno dei quali avrà un diametro di 140 metri. Il termine della prima fase dei lavori è previsto per novembre 2019.

Una volta completato, l’arcipelago fotovoltaico galleggiante dovrebbe produrre energia elettrica per almeno 10 mila abitazioni: un raggiungimento ottenuto grazie allo speciale meccanismo che permette ai pannelli installati di seguire il corso del sole da est a ovest, come i girasoli. Ogni isolotto verrà collegato a 3 boe di ancoraggio che, tramite un cavo, faranno roteare il complesso di moduli fotovoltaici: un semplice espediente che permetterà la “cattura” del 30% di raggi solari in più rispetto ai tradizionali moduli statici.

Continua a leggere su RINNOVABILI.IT

http://bit.ly/2GLTl8f